Giro d'Italia, Mauro Vegni: «Tamponi anche stamattina e giovedì per salvaguardare la bolla»

Martedì 13 Ottobre 2020 di Carlo Gugliotta

E' una giornata molto difficile al Giro d'Italia. I tamponi svolti durante il giorno di riposo hanno messo in liuce la positività al coronavirus di Steven Kruijswijk, Michael Matthews e - soprattutto - l'abbandono dell'intera formazione della Mitchelton-Scott, oltre alle positività di alcuni membri dello staff di Ag2r La Mondiale e Ineos-Grenadiers. 

 

Mauro Vegni, direttore della corsa rosa, ha spiegato ai microfoni della Rai quali provvedimenti sono stati presi dal comitato organizzatore del Giro d'Italia e dall'Unione Ciclistica Internazionale al fine di salvaguardare il sistema delle "bolle" nelle quali si trovano le squadre: "Secondo i protocolli validati con l’UCI, siamo tenuti a fare altri tamponi nel prossimo giorno di riposo (lunedì 19), ma continueremo a controllare le squadre che hanno riscontrato delle positività, quindi stamattina si sono sottoposti ad altri tamponi e lo ripeteranno giovedì, questo perchè il virus ha un periodo di incubazione e non ci permette di capire come si può evolvere la situazione. E' drammatico perdere un team intero ma credo che abbiamo preso la decisione più corretta, in accordo con la squadra, dal punto di vista della sicurezza, abbiamo cercato di agire sulla base della responsabilità. Per tutti noi l'obiettivo resta quello di arrivare a Milano"

Ultimo aggiornamento: 12:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA