Giro d'Italia, Peter Sagan torna alla vittoria dopo 461 giorni, sua la tappa di Tortoreto

Martedì 13 Ottobre 2020

Peter Sagan torna alla vittoria, e lo fa conquistando il suo primo successo in carriera al Giro d'Italia. Il tre volte campione del mondo si è imposto nella tappa di Lanciano-Tortoreto al termine di una lunghissima fuga, partita già nella prima ora di gara. Lo slovacco non vinceva dal 10 luglio 2019, giorno in cui si impose nella frazione di Colmar al Tour de France: un digiuno davvero molto lungo per un corridore che in carriera può vantare tre titoli mondiali consecutivi dal 2015 al 2017, un Giro delle Fiandre e una Parigi-Roubaix. Eppure, questa è la prima partecipazione di Sagan al Giro.

 

La tappa, iniziata nel peggiore dei modi a causa delle varie positività riscontrate al Covid-19 dopo i tamponi effettuati nel giorno di riposo, vede rafforzata la leadership di Joao Almeida. Mentre Sagan rimaneva tutto solo in fuga, infatti, gli uomini in lotta per la classifica generale hanno dato fuoco alle polveri sotto la pioggia. A 20 km dal traguardo, pello Bilbao ha deciso di rompere gli indugi e cercare un'azione solitaria: poco dopo, Domenico Pozzovivo è stato vittima di un guasto meccanico, ma nonostante il maltempo e il fatto che stia correndo con delle placche di titanio infilate nel braccio, è rientrato nel gruppo dei migliori dimostrando grande brillantezza. 

 

Mentre Bilbao veniva ripreso, Jakob Fuglsang è stato vittima di una foratura: a causa di questo problema, sopraggiunto a meno di 10 km dal traguardo, il danese ha perso diverse posizioni in classifica generale. Attualmente, il corridore dell'Astana è 11/o a 2'20" dalla maglia rosa Joao Almeida. Quest'ultimo, grazie al terzo posto di tappa, riesce a rafforzare la propria leadership in classifica generale, con 34" su Wilco Kelderman e 43" su Pello Bilbao.

Domani si svolgerà l'11/a tappa da Porto Sant'Elpidio a Rimini.

Ultimo aggiornamento: 17:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA