Europei, lo sprinter veronese Elia Viviani è d'oro anche in pista

Mercoledì 16 Ottobre 2019 di Francesca Monzone
Elia Viviani è oro. Il campione Olimpico dell’omnium e campione europeo su strada, questa sera ad Apeldoorn in Olanda, ha conquistato la medaglia più preziosa nella gara a eliminazione ai Campionati Europei di pista. Una vittoria cercata e voluta quella del veneto, che fin dall’inizio della gara ha dimostrato la sua superiorità. Elia si è impadronito del titolo superando il francese Bryan Coquard, mentre il bronzo è andato al polacco  Prokopitsin.
Viviani si è dimostrato un vero campione, riuscendo a lasciarsi alle spalle anche una notte difficile a causa della febbre e a mantenere la concentrazione per vincere la maglia continentale.

Un finale difficile giocato tutto sui nervi. A lottare per il podio erano rimasti, Italia, Francia, Polonia e Gran Bretagna. Il primo ad uscire è stato il britannico Walsh, seguito poi dal polacco. Nel finale solo Italia e Francia, con il francese che ha cercato di anticipare il veronese, ma Viviani è stato più forte e con una straordinaria velocità ha superato il transalpino, conquistando il titolo europeo su pista nella prova ad Eliminazione.

Domani sera ancora medaglie per l’Italia. Il quartetto azzurro si giocherà la finale per l’oro contro la Danimarca, che ha fatto segnare il nuovo record europeo in 3’48”762. In finale gli azzurri saranno Simone Consonni, Filippo Ganna, Francesco Lamon e Davide Plebani, che hanno battuto in semifinale la Gran Bretagna, chiudendo in 3’51″604, superando nettamente gli inglesi, e siglando il nuovo record italiano. Finale per il bronzo con il quartetto rosa che dovrà gareggiare contro la Francia. Elisa Balsamo, Marta Cavalli, Vittoria Guazzini e Letizia Paternoste, in semifinale sono state battute dalla Germania. Ultimo aggiornamento: 23:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA