Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Sanremo 2022, da Drusilla a Sangiovanni tutti scelgono il rosa (il colore che include)

Il rosa è il rosso che incontra il bianco. È quella delicatezza ad un incontro d'amore che potrebbe bruciare in passione. È il colore che gli stilisti hanno eletto a messaggio d'inclusività

Sabato 5 Febbraio 2022 di Concita Borrelli
Da Drusilla a Sangiovanni tutti scelgono il rosa per l'Ariston: il colore che include e guarda al futuro

Un uomo ci è voluto perché avessimo la star Drusilla. E in rosa ci ha salutati. Un uomo ci è voluto per un attimo di sensualità, Achille Lauro. E al naturale, in color pelle e quindi rosa, ci ha salutati. Sangiovanni, Dargen D'Amico, Aka 7even, La Rappresentante di Lista, blazer e collanine sparse, jeans e pantaloni sartoriali, tutti in rosa. Sempre Sangiovanni, ieri sera in bianco, il rosa ce lo aveva negli orecchi.
E la cravatta rosa di Rovazzi che faceva commesso di guanteria Anni 60. Un mondo in rosa, fluidamente femmina. Come se dovessimo, senza mezzi termini, pensare positivo!

Sanremo 2022, boom ascolti della serata cover: 11,4 milioni di spettatori e 60,5% di share

Da Drusilla a Sangiovanni, all'Ariston il rosa trionfa

Siamo predisposti al rosa perché l'Oms, l'Organizzazione mondiale della sanità, e i virologi tutti ci stanno dicendo che la guerra è finita. Siamo quindi gente costretta alla speranza. Agli occhiali rosa fucsia di Orietta dalla nave.
Il rosa è il rosso che incontra il bianco. È quella delicatezza ad un incontro d'amore che potrebbe bruciare in passione. È il colore che gli stilisti hanno eletto a messaggio d'inclusività. E gli stilisti, in questo Sanremo ci sono, si vedono. La moda piegata alla pandemia deve continuare a raccontare il nostro passo per le strade del mondo dai grandi palcoscenici. E, per fortuna, ci sono i grandi, in testa Alessandro Michele, a tracciare linee partendo dal colore, cosicché la donna non scavalchi in luoghi comuni l'uomo e viceversa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 13:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA