Pooh, salta la reunion della band per il tributo a Stefano D'Orazio all'arena di Verona ai Seat Music Awards

Giovedì 9 Settembre 2021 di Mattia Marzi
Pooh, salta la reunion della band per il tributo a Stefano D'Orazio

Niente reunion dei Pooh all'Arena di Verona. Salta il passaggio di Roby Facchinetti, Red Canzian e Dodi Battaglia ai Seat Music Awards 2021, previsto per questa sera. Nel corso della prima delle due serate evento che celebrano i successi discografici italiani dell'ultimo anno, trasmesse in diretta su Rai1 con la conduzione di Carlo Conti e Vanessa Incontrada, i tre ex Pooh avrebbero dovuto omaggiare Stefano D'Orazio, lo storico batterista della band di "Pensiero", scomparso nel novembre dello scorso anno per complicazioni da Covid-19. Facchinetti, Canzian e Battaglia avrebbero ricordato D'Orazio insieme alla vedova di quest'ultimo, Tiziana Giardoni, che in seguito alla scomparsa del marito ha portato avanti i progetti ai quali il musicista stava lavorando, dal romanzo "Tsunami" (pubblicato postumo lo scorso marzo) al musical "Parsifal" (che D'Orazio stava componendo insieme a Facchinetti: debutterà a teatro nel 2022, ha promesso il cantante).

 

Dodi Battaglia, morta la moglie Paola: «Ci ha lasciati stamani dopo una lunga malattia»

 

Pooh, i motivi dell'annullamento

La reunion di una notte dei Pooh, che salutarono per l'ultima volta il pubblico prima dello scioglimento proprio dal palco dell'Arena di Verona, durante i Wind Music Awards del giugno 2017, non si terrà. I motivi dell'annullamento dell'ospitata dei tre - Riccardo Fogli aveva rinunciato all'ospitata perché impegnato proprio questa sera con un concerto a San Giovanni Rotondo, in Puglia - hanno a che fare con il lutto che ha colpito appena lo scorso lunedì Dodi Battaglia, che ha perso la moglie Paola Toeschi. La donna è venuta a mancare dopo un'estenuante lotta contro un tumore al cervello che le era stato diagnosticato undici anni fa (raccontò la battaglia anche in un libro, "Più forti del male", pubblicato nel 2015). Dodi Battaglia aveva deciso di sposare Paola Toeschi nel 2011, dopo diversi anni di fidanzamento, e dall'unione tra i due nacque nel 2005 Sofia. Alla luce del lutto e dei funerali, che si sono svolti ieri, i Pooh, la vedova di Stefano D'Orazio e i conduttori hanno preferito rinviare ad un'altra occasione il tributo previsto al batterista.

 

 

Il cast della prima serata

Il cast della prima serata dei Seat Music Awards, che vedranno Carlo Conti e Vanessa Incontrada consegnare ai protagonisti del pop tricolore i premi per i Dischi d'oro e di platino vinti nell'ultima annata discografica, include i nomi di Alessandra Amoroso, Claudio Baglioni, Orietta Berti, Gigi D'Alessio, Il Volo, Achille Lauro, Ligabue, Madame, Mahmood, Elisa, Fiorella Mannoia, Marracash, Marco Masini, Mecna, Marco Mengoni, Massimo Pericolo, Psicologi, Purple DIsco Machine, Random, Samuel, Sangiovanni, Aka 7even e Zucchero. Ospiti speciali Amadeus (che sta iniziando ad ascoltare proprio in questi giorni i primi brani per Sanremo 2022), Alessandro Cattelan (che approfitterà del passaggio sul palco dell'evento per lanciare il suo show "Da grande", il varietà in due puntate, in programma il 19 e 26 settembre, che rappresenterà il suo esordio su Rai1 dopo l'addio a "X Factor"), Antonella Clerici, Paola Cortellesi, Maria De Filippi, Marco Giallini, Jerry Calà, Giorgio Panariello, Pio e Amedeo e Alessandro Siani.

 

La seconda serata

Domani, invece, sarà la volta di Annalisa, Autogol Dj Matrix, Arisa e Ludwig, Baby K, Loredana Bertè, Blanco, Boomdabash, Capo Plaza, Colapesce e Dimartino, Deddy, Fred De Palma, Diodato, Emma, Emis Killa e Jake La Furia, Ernia, Francesco Gabbani, Loretta Goggi (che festeggerà i 40 anni di "Maledetta primavera" e ricorderà l'amica Raffaella Carrà), Guè Pequeno, Il Tre, Irama, Elettra Lamborghini, Mace, Negramaro, Noemi e Carl Brave, Pinguini Tattici Nucleari, Rkomi, Rocco Hunt e Ana Mena, Federico Rossi, Mara Sattei, Shablo, Shade, Takagi & Ketra e Giusy Ferreri, Tancredi.

Video

 

Ultimo aggiornamento: 10 Settembre, 17:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA