"Ostia Beach", il tormentone spopola dieci anni dopo. E via al sequel: «Al Mare? Verremo in monopattino»

Mercoledì 9 Giugno 2021 di Mirko Polisano
Ostia Beach, il revival dieci anni dopo

«’Nnamo a Ostia Beach». È stato il tormentone di un’intera estate, quella del 2011, e dalle visualizzazioni su youtube, la parodia di Mr Saxo Beat esattamente dieci anni dopo è tornata a essere virale sui nuovi social: da Tik tok a Instagram, passando per Telegram. Così il video - tra i primi a diventare virali - è di nuovo gettonatissimo in rete. La canzone, riadattata in stile balnear-coatto dall’esplosiva band del Morning Show di Radio Globo, è stata consacrata “fenomeno” grazie al corto-parodia girato da Massimiliano Coco e Marika De Chiara, attori della clip che interpretano una coppia di coatti che dalla periferia della Capitale deve affrontare l’avventura (o meglio disavventura) di recarsi al mare a Ostia, tra ingorghi, sosta selvaggia e stress.

Ed eccoli, dieci anni dopo Max e Marika arrivati sulla spiaggia di Castel Porziano - al “mitico” sesto Cancello dove un nutrito gruppo di bagnanti si esibisce in un ballo di massa al ritmo di «brucia, la sabbia brucia», refrain del tormentone - con lo stesso entusiasmo di allora e con la voglia di riproporre lo stesso video-cult ma in versione “upgrade” aggiornato al 2021. «Siamo passati da Youtube a Tik Tok - dice con un pizzico di orgoglio Massimiliano - una cosa pazzesca. Vedere questi adolescenti che dieci anni fa avevano 4, 5 anni fare la parodia così come l’abbiamo fatta noi fa un certo effetto. È bello sapere che in qualche modo siamo dei loro piccoli idoli».

Video

Il racconto
«Più passano gli anni - aggiunge Marika - più mi accorgo che “ Ostia Beach” è davvero un evergreen, soprattutto ora che l’attrice la faccio di mestiere. Incontro tanti colleghi che mi riconoscono per quel video, dicendomi sempre che siamo stati dei precursorsi. E se dieci anni dopo siamo ancora così amati, specie tra i giovanissimi, effettivamente ci sarà un motivo». Il ritmo cattura, il testo è spassoso e ripropone la giornata di una coppia romana che, dribblando tir e file di auto, dalla capitale sbarca sulle spiagge di Ostia. E la giornata dei fidanzati, cane al seguito, passata sul litorale romano - proprio dove, un anno prima nacque l’altro chiacchierato live del “Calippo e ‘na bira” - scorre con parabole di vita quotidiana tutte romane e romanesche. Un po’ Jessica e Ivano di Viaggi di Nozze - quei Claudia Gerini e Carlo Verdone di «’o famo strano?» - un po’ anche Ferragnez, visto un altro progetto: «Quello di curare l’immagine degli influencer al di fuori “del tubo” e non è escluso un featuring proprio con un nuovo guru del web». Senza dimenticare poi l’influenza su J-Ax e della sua “Ostia Lido”, altra hit da far tremare le piazze: «Ci è dispiaciuto non aver fatto parte di quel progetto», fanno sapere.

Ma “ Ostia Beach” è anche un “inno”, dei “fagottari”, per lo più, di tutti i lidensi, per altri. «In quei giorni ci avevano perfino contattato dall’Australia per girare qualcosa di simile - sottolineano Marika e Max - su una cittadina del posto che forse ha le stesse caratteristiche di Ostia». Come dire, tutto il mondo è paese. Ma poi la crema solare è stata recuperata? «Me l’ha fatta scadere», ironizza Marika». «Amò è nella borsetta in macchina - replica Max - ma come faccio ad andarla a prendere? Siamo a Ostia, ho parcheggiato ad Acilia».

Un modo - dieci anni dopo - però ci sarebbe: c’è il monopattino. Abbandonato da qualche parte, a Ostia è facile trovarlo.

Ultimo aggiornamento: 10:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA