«Michael Jackson mi violentò». Bbc vieta la sua musica dopo il docufilm sulla pedofilia

PER APPROFONDIRE: bando, bbc, canzoni, michael jackson, pedofilia
«Michael Jackson mi violentò». Bbc vieta la sua musica dopo il docufilm sulla pedofilia

di Alessio Esposito

«Michael Jackson mi ha violentato», dopo queste accuse pesantissime, peraltro non nuove, la Bbc bandisce la musica del Re del Pop dalla sua radio. Bbc Radio non trasmetterà più le canzoni di Michael Jackson. La decisione - riporta The Sunday Times - arriva dopo la messa in onda del documentario “Leaving Neverland”, nel quale due testimoni raccontano degli abusi subiti da piccoli nella casa del “Re del pop”.
 
 




Bbc Radio 2 ha così deciso di bandire la musica di Michael Jackson, come spiegato da un portavoce del broadcaster radiotelevisivo britannico: «Le decisioni su ciò che mandiamo in onda sui diversi canali sono sempre realizzate tenendo conto del pubblico e del contesto». James Safechuck e Wade Robson sono i nomi dei due protagonisti di “Leaving Neverland”, che hanno raccontato in varie trasmissioni televisive britanniche degli abusi subiti da bambini nella dimora di Michael Jackson. I due, oggi 36enni, hanno ripercorso le tappe del loro passato traumatico: «Michael era un maestro nella manipolazione. Sapeva adescare sia i bambini sia loro famiglie, poi approfittava della fiducia che aveva costruito». I due, all'epoca ragazzini, hanno raccontato che Michael Jackson ha insegnato loro varie pratiche sessuali spiengendo a praticarle fra di loro e con loro.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 3 Marzo 2019, 15:55






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Michael Jackson mi violentò». Bbc vieta la sua musica dopo il docufilm sulla pedofilia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti