Vermicino, la tragedia di Alfredino Rampi in una fiction Sky il 21 e 28 giugno

Mercoledì 2 Giugno 2021 di L.Jatt.
Il piccolo Alfredo Rampi

Quarant’anni fa l’Italia veniva sconvolta da una fatto di cronaca che si sarebbe trasformato in tragedia. Il 10 giugno del 1981 a Vermicino, in una campagna vicino a Frascati, un bambino, Alfredo Rampi, cadde in un pozzo artesiano in via Sant’Ireneo, in località Selvotta, una piccola frazione di campagna, situata appunto lungo la via di Vermicino, che collega Roma sud a Frascati nord. Dopo quasi tre giorni di inutili tentativi di salvataggio, il bambino morì dentro il pozzo a una profondità di circa 60 metri. La vicenda ebbe grande risalto sulla stampa e nell’opinione pubblica italiana, con la diretta televisiva della Rai durante le ultime 18 ore del caso.
La mancanza di organizzazione e coordinamento dei soccorsi, ai limiti dell’improvvisazione, fecero capire l’esigenza di una nuova struttura organizzativa per poter gestire le situazioni di emergenza e negli anni successivi portò alla nascita della Protezione Civile, all’epoca ancora solo sulla carta. La vicenda ebbe una notevole risonanza mediatica e fu il primo evento che, grazie alla diretta televisiva non stop organizzata dalla Rai de facto a reti unificate e durata ben 18 ore (certo favorita dalla facilità di accesso al sito ─ nell’hinterland romano ─ per i giornalisti e gli operatori della Rai), catturò l’attenzione di circa 21 milioni di persone, che rimasero per ore davanti al televisore per seguirne lo svolgimento.

Ora, quel tragico fatto di cronaca diventa una fiction; a darne notizia, la Lotus Production, nella persona di Marco Belardi. Pensata inizialmente per Mediaset ma promessa infine a Sky, la serie rievocherà la morte di Alfredino Rampi.  Le notizie sulla data di uscita della fiction sul caso di Vermicino, che Sky ha intitolato Alfredino, giungono nel maggio 2021. La piattaforma satellitare dirama infatti il primo trailer ufficiale della mini-serie in due puntate, che sembrerebbe avere un taglio piuttosto drammatico e andrà in onda lunedì 21 e 28 giugno 2021. L’arrivo della fiction cadrà insomma a distanza di poco più di quarant’anni dalla tragedia. Il produttore Belardi assicura che non ci saranno speculazioni sul fatto e aggiunge che ci sarà l’impegno per una donazione al Centro Alfredo Rampi, che da allora sensibilizza sulla sicurezza.
La fiction inizia quando il piccolo Alfredo Rampi, di soli 6 anni, la sera del 10 giugno 1981 chiede al padre di proseguire sulla strada della casa di campagna da solo. L’uomo acconsente, ma all’appuntamento previsto, intorno alle 20, di Alfredino nessuna traccia. La famiglia del bambino dà il via alle prime ricerche private, per poi avvertire le autorità che si precipitano sul posto. Ad avere l’intuizione che Alfredo fosse caduto in un pozzo recentemente aperto per alcuni lavori, è la nonna del piccolo.

Quando i vigili del fuoco si recarono sul luogo della caduta, la voce di Alfredo poteva udirsi appena nelle vicinanze dell’insenatura. Il bambino restò intrappolato al suo interno mentre tutta l’Italia si mobilitava – più o meno maldestramente, senza alcuna preparazione – per salvarlo. Speleologi, geologi, operai, minatori e perfino nani, contorsionisti e tanti volontari tentarono di tutto per recuperare il piccolo. Alfredo sarebbe morto pochi giorni dopo, mentre parallelamente al pozzo nel quale giaceva si era scavata un’apertura che consentisse di raggiungerlo.
«Ricordo la sensazione di speranza, di attesa e di paura», ha detto Belardi: «Lo considero il primo reality. Racconteremo la spettacolarizzazione della tragedia, ma anche l’unico aspetto positivo, che dopo quei tentativi falliti senza una solida organizzazione nacque la Protezione Civile».


Per quanto riguarda il cast, Anna Foglietta è Franca Rampi, mamma di Alfredino, Luca Angeletti è Ferdinando Rampi, il padre, Kim Cherubini è Alfredino, Francesco Acquaroli è Elveno Pastorelli, comandante dei Carabinieri, Vinicio Marchioni è Nando Broglio, vigile del fuoco e ancora Beniamino Marcone è il pompiere Marco Faggioli, Valentina Romani è Laura Bortolani, geologa, Daniele La Leggia è Tullio Bernabei, caposquadra degli speleologi, Riccardo De Filippis è Angelo Licheri, ultimo a tentare il salvataggio di Alfredino mentre Massimo Dapporto veste i panni dell’allora presidente della Repubblica Sandro Pertini.

La fiction dedicata alla tragedia di Vermicino si potrà seguire anche in streaming, su SkyGo e SkyQ oppure sul servizio collaterale NOW. Qui e sulle altre due piattaforme sarà anche possibile rivedere la fiction in versione on demand, subito dopo la sua prima visione.

 

Ultimo aggiornamento: 15:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA