Maradona contro Paolo Sorrentino per il film di Netflix: «Uso dell'immagine non autorizzata»

Giovedì 16 Luglio 2020 di Paolo Travisi
Maradona minaccia azione legale contro Paolo Sorrentino ed il film per Netflix

Maradona contro Sorrentino. Il popolare calciatore argentino, Diego Armando Maradona, ancora molto amato dai tifosi del Napoli, tra cui lo stesso regista, Paolo Sorrentino sarebbe intenzionato a fare causa al Premio Oscar per aver usato una frase come titolo del suo prossimo film.

Sorrentino e Maradona. Il regista premio Oscar gira a Napoli per Netflix: «E' stata la mano di Dio»

Sorrentino, infatti, nei giorni scorsi ha annunciato che si appresta a girare un film per il colosso dello streaming, Netflix, dal titolo "E' stata la mano di Dio", che farebbe riferimento alla frase che l'ex-campione argentino utilizzò per descrivere il celebre goal contro l'Inghilterra alla Coppa del Mondo del 1986. Goal in cui la mano di Maradona fu decisiva per portare la palla in rete ai danni del portiere Peter Shilton.

Il sito Deadline ha riportato la notizia - che sta facendo il giro del mondo data l'enorme popolarità di cui ancora oggi gode Maradona - diramata dall'avvocato del calciatore via Twitter, Matias Morla, secondo il quale l'ex-calciatore sta valutando l'opportunità di un'azione legale nei confronti del regista e di Netflix, che avrebbero usato quel titolo senza chiedere l'autorizzazione di Maradona. L'illecito ipotizzato dall'avvocato Morla, sarebbe uso senza permesso di un marchio registrato.

In realtà, il film di Sorrentino con il calcio e dunque con Maradona non avrebbe nulla a che fare, ma si tratta di "un film intimo e personale, un romanzo di formazione allegro e doloroso" ha affermato il regista, che dopo 20 anni dal suo primo film (L'uomo in più), torna a girare nella sua città natale, Napoli. Nulla di più si conosce della trama. Ma tanto è bastato per minacciare un'azione legale. Tra l'altro Maradona, cioè un suo sosia, compare anche in uno dei film precedenti di Sorrentino, Youth, e tanta è l'ammirazione del regista napoletano per l'ex attaccante del Napoli, che durante la premiazione agli Oscar, per La Grande bellezza, tra i ringraziamenti con la statuetta in mano, citò proprio Diego Armando Maradona.

D'altronde lo staff di avvocati di Maradona, attualmente manager del club argentino Primera División Gimnasia de La Plata, non è nuovo ad iniziative legali: in passato hanno citato in giudizio gli stilisti Dolce & Gabbana, il videogioco Pro Evolution Soccer e minacciato un'azione legale anche contro le figlie di Maradona.

Inoltre il sito Deadline ha annunciato che Amazon sta lavorando ad una serie su Maradona, che traccerà la sua vita con tre attori che lo interpretano in epoche diverse. Stavolta pare ci sia anche il lascia passare della stella del calcio.

Ultimo aggiornamento: 09:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA