Ian Holm è morto, fu Bilbo del Signore degli Anelli: aveva 88 anni ed era malato di Parkinson

Venerdì 19 Giugno 2020
Ian Holm è morto, fu Bilbo nel Signore degli Anelli

È morto Ian Holm, l'attore inglese famoso per aver interpretato, tra le altre cose, Bilbo nella trilogia del Signore degli Anelli. Holm aveva 88 anni e la sua morte è stata confermata dal suo agente al Guardian. «Ian è morto a causa di una malattia collegata al Parkinson - ha spiegato - si è spento in ospedale con la sua famiglia». 

Ultimamente Holm si era detto dispiaciuto di non essere in grado di partecipare alla riunione virtuale del cast dei film di Peter Jackson: «Sono in lockdown nella mia casa hobbit», aveva scherzato.

Carlos Ruiz Zafon è morto: lo scrittore spagnolo de L'ombra del vento aveva 55 anni. Era malato di cancro

Morto il doppiatore Vittorio Congia: sua la voce di Maigret e di Bilbo ne "Il signore degli anelli"

Nato in Gran Bretagna, Holm ha frequentato la London's Royal Academy of Dramatic Art, dove si è diplomato nel 1954. Debutta nello stesso anno a teatro con la Royal Shakespeare Company, che seguirà per oltre dieci anni. Durante questo periodo di recitazione teatrale, che lo porterà sui palcoscenici principali del Regno Unito e degli Stati Uniti, viene premiato con il Tony Award quale migliore attore protagonista. Nel 1970 abbandona il teatro, scegliendo la via del cinema e della televisione, dove spesso interpreterà figure storiche.

Nel 1981 ha interpretato Sam Mussabini nel pluripremiato film Momenti di gloria, interpretazione grazie alla quale Holm fu candidato al premio Oscar nella categoria miglior attore non protagonista. Nel 1998 la regina Elisabetta II gli ha conferito il titolo di "Baronetto" per meriti artistici.

Hobbit, elfi e stregoni a spasso in centro a Viterbo

Grande interprete di Shakespeare a teatro e noto per i ruoli cinematografici in film come Alien o Momenti di Gloria (che gli valse una candidatura agli Oscar), Holm era noto soprattutto per essere stato Bilbo Baggins nella saga del Signore degli Anelli. L'annuncio della scomparsa di Holm dell'attore è stato comunicato dal suo agente e ha suscitato immediato cordoglio nel mondo dell'arte e della cultura britannica, e non solo. Nato nel 1932 in Inghilterra da genitori scozzesi, debutta sulle scene teatrali di Londra a metà anni '50 nella Royal Shakespeare Company, con cui resterà per oltre un decennio recitando nel Regno Unito, ma anche negli Stati Uniti e ottenendo riconoscimenti importanti quali il Tony Award come migliore attore protagonista o il Laurence Olivier Award. Impegnato dagli anni '70 in televisione e nel cinema è stato l'androide Ash in Alien, padre Vito Cornelius nel Quinto Elemento, Chef Skinner in Ratatouille e il vecchio Bilbo Baggins nel Signore degli Anelli e in The Hobbit (dopo aver già dato la voce a Frodo diversi anni prima in una versione radiofonica del capolavoro di Tolkien prodotta dalla Bbc). Nel 1981 fu inoltre candidato all'Oscar come miglior attore non protagonista per il ruolo dell'allenatore Sam Mussabini nel pluripremiato Momenti di Gloria. Decorato con l'ordine dell'ex Impero britannico dalla regina, poteva fregiarsi del titolo di sir dal 1998. Guarito da un cancro alla prostata nel 2001, Holm ha lavorato fino al 2014. Sposatosi 4 volte, lascia 5 figli avuti da tre mogli.
 

 

Ultimo aggiornamento: 15:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci