Dario Argento: «A giugno sarò sul set per un nuovo thriller»

Domenica 30 Maggio 2021
Dario Argento con la figlia Asia

«In questi mesi ha prevalso la paura della malattia. Le altre ci sono sempre state e ci saranno sempre». Il Maestro del brivido Dario Argento, in un’intervista a Spraynews, parla della pandemia, del suo ottimismo per il futuro del cinema italiano, del suo rapporto con le figlie. E rivela che a fine giugno inizierà a lavorare a un nuovo film. «Sto preparando un film che comincerò verso la fine di giugno. Finalmente posso tornare a lavorare, come tanti altri miei colleghi. Sarà un thriller e quindi meglio non parlarne», dice il regista di Profondo rosso.

Argento commenta la riapertura delle sale cinematografiche dopo le restrizioni dovute al Covid: «È un momento bellissimo, entusiasmante, poter tornare come spettatore e non solo come cineasta in una sala a vedere i film sul grande schermo, dopo che per quasi due anni li abbiamo visti semplicemente in dvd oppure in televisione. Penso che sia un momento molto importante per la nostra professione». E ritiene che possa essere l’occasione giusta per le produzioni italiane: «Ritengo che sia un momento interessante - dice - Molti giovani, in questi mesi di lockdown e di chiusure si sono impegnati, hanno studiato, hanno pensato. Le scuole di cinema hanno svolto al meglio il proprio compito. Ci sono tanti ragazzi in gamba che sono pronti alla loro prima prova o alla seconda e quindi noi non possiamo fare altro che aspettarli a braccia aperte». Dario Argento parla anche del rapporto con le sue figlie: «Anche se ci siamo visti un pò di meno rispetto al solito, ritengo che io sia stato importante per loro e loro per me. Ci siamo aiutati l’uno con l’altro. Abbiamo discusso. È stato un momento bello della nostra vita». E sull’amore ha un’idea precisa: «È una cosa importante senza la quale si vive molto più stupidamente, senza grandi scopi e fini». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA