Minoranze: Roberti, Voce del popolo fondamentale per comunità italiana

Minoranze: Roberti, Voce del popolo fondamentale per comunità italiana
Fiume-Rijeka (Croazia), 22 feb - "La Edit e le testate giornalistiche da lei editate, ovvero la Voce del popolo, Panorama e Arcobaleno, sono punti di riferimento fondamentali per la Comunità nazionale italiana in Croazia. Poter leggere le notizie e studiare su libri di testo nella propria lingua permette infatti di mantenere saldo il legame con le proprie radici e la cultura italiana, analogamente a quanto accade per la minoranza slovena con i giornali pubblicati in Italia nella loro lingua".

Lo ha dichiarato l'assessore regionale alle Autonomie locali e corregionali all'estero, Pierpaolo Roberti, durante la visita di questa mattina alla casa editrice Edit di Fiume-Rijeka, organizzata dall'Unione Italiana, alla quale hanno partecipato anche il console d'Italia Paolo Palminteri, i presidenti dell'Unione e della sua giunta, Maurizio Tremul e Marin Corva.

Incontrando i vertici della Edit e i responsabili delle sue testate, l'assessore ha affrontato anche il tema della situazione dell'Università Popolare di Trieste e ha evidenziato che "la Regione è perfettamente conscia di come le difficoltà dell'Upt si siano ripercosse sulla comunità italiana. L'attuale situazione ci offre però l'occasione di capire cosa funziona e cosa invece deve essere cambiato nelle modalità attraverso le quali viene supportata la comunità italiana in Croazia e Slovenia, valutando anche l'ipotesi un maggiore coinvolgimento diretto della Regione Fvg. Tra gli incarichi affidati al prefetto Garufi, attuale commissario dell'Upt, rientra anche la revisione dello statuto dell'ente, che è ormai superato".

L'assessore ha quindi rimarcato che "la Regione ritiene la tutela della comunità italiana in Slovenia e Croazia tanto importante quanto la tutela della comunità slovena in Italia. Si tratta di due situazioni che non possono essere scisse, ma affrontate nell'ambito di un ragionamento complessivo. Sono comunità che hanno vissuto un destino simile e che vanno tutelate entrambe nell'ottica del rispetto reciproco ed in considerazione che i rapporti tra i Paesi e le Regioni confinanti sono agevolati dalle presenze di queste comunità, che rappresentano un valore aggiunto per l'Italia e il Friuli Venezia Giulia".

Affrontando il tema dei finanziamenti pubblici all'editoria erogati dallo Stato italiano, i vertici della Edit e dell'Unione hanno espresso la propria riconoscenza alla Giunta regionale per l'azione avviata nei confronti del Governo per garantire la tutela delle testate giornalistiche delle minoranze linguistiche. Roberti ha quindi ribadito che "se da un lato è comprensibile la volontà politica di spingere i giornali a confrontarsi con un mercato libero, dall'altro è fondamentale tutelare le realtà che hanno come base di riferimento una porzione minoritaria della popolazione e quindi non possono sopravvivere senza contributi o senza snaturarsi".

In tale senso l'assessore ha accolto favorevolmente la notizia che la Voce del popolo sta investendo sulla propria digitalizzazione e ha confermato che "questa scelta è sicuramente molto azzeccata in un momento nel quale la carta stampata è in forte crisi, perché il passaggio al digitale consente di risparmiare sui costi produttivi e occupare nuove fette di mercato, in particolare tra i giovani".

Roberti ha quindi visitato le redazioni della Voce del popolo, Panorama e Arcobaleno e discusso con i giornalisti in merito alle prospettive di sviluppo dell'area istriana.

Nel pomeriggio l'assessore raggiungerà Capodistria-Koper, dove incontrerà i vertici di Rtv Koper, e poi si sposterà a Isola-Izola per assistere alla proiezione del film Rosso Istria (Red land). ARC/MA/ep

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 22 Febbraio 2019, 15:45




Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Minoranze: Roberti, Voce del popolo fondamentale per comunità italiana
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti