Immigrazione: Roberti, emergenza Ucraina ha mostrato Fvg solido

Venerdì 25 Novembre 2022
Immigrazione: Roberti, emergenza Ucraina ha mostrato Fvg solido
"Possiamo fronteggiare anche i flussi ordinari se ci sono norme certe e razionali" Trieste, 25 nov - "L'emergenza ucraina dimostra non solo che il nostro è un territorio capace di reggere l'urto di eventi eccezionali e quindi di attivare l'accoglienza, ma anche che siamo una regione in cui i cittadini sono disponibili a dare una mano a persone che si trovano in difficoltà". Lo ha affermato l'assessore regionale alle Autonomie locali, Sicurezza e Immigrazione Pierpaolo Roberti intervenuto a una conferenza organizzata da Anolf alla Sala Tessitori della Regione a Trieste. "Se ci rivolgiamo a qualsiasi cittadino di questo territorio per chiedergli a cosa pensa quando si parla di immigrazione - ha osservato Roberti - la risposta sarà certamente: la rotta balcanica. Eppure nel momento dell'emergenza ucraina il Friuli Venezia Giulia è stato l'avamposto nazionale e gli arrivi dal Paese aggredito dalla Russia sono stati dieci volte i passaggi dei migranti al confine. Questo significa che è ciò che accade nell'ordinarietà senza regole e senza gestione che colpisce l'opinione pubblica". Secondo l'assessore, "l'immigrazione può essere un'opportunità anche per le nostre imprese in una regione come il Friuli Venezia Giulia che è in crescita ma fa fatica a trovare persone da inserire nel mondo del lavoro, a condizione però che ci siano regole, percorsi e gestione. L'immigrazione non può essere un sentiero che spunta dal bosco dove ogni tanto compaiono dei richiedenti asilo scaricati da qualche passeur". "Il successo con cui la Regione e tutte le istituzioni presenti sul territorio hanno reagito all''emergenza Ucraina' - ha concluso Roberti - ha mostrato che la struttura profonda del nostro territorio è sana, solida e ben organizzata. A maggior ragione sapremo agire in maniera efficace e vantaggio di tutti, richiedenti asilo inclusi, in presenza di norme certe, razionali ed effettivamente rispettate". ARC/PPH/al
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci