Eventi: Zilli, NanoValbruna rafforza capacità giovani di innovare

Venerdì 23 Febbraio 2024
Udine, 23 feb - "NanoValbruna è un'intuizione sorta cinque anni fa e che si dimostra vincente. Un'occasione per valorizzare questo territorio, potenziarne le capacità attrattive, dare fiducia ai giovani che così rafforzano la consapevolezza che in Friuli Venezia Giulia le difficoltà vengono convertite in opportunità. Auspichiamo che questi ragazzi possano un giorno portare e sviluppare le loro idee innovative qui, in un territorio sempre più al centro dell'Europa, che ha l'ambizione di continuare ad essere strategico. Per questo, dal cuore di Valbruna, il festival manda un ulteriore e forte messaggio al mondo". È il messaggio che l'assessore regionale alle Finanze Barbara Zilli ha portato alla presentazione della quinta edizione del festival NanoValbruna (in programma dal 18 e al 24 luglio a Valbruna), il Forum Internazionale dei giovani per la Rigenerazione. Curato dall'associazione ReGeneration Hub Friuli con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia e della Fondazione Friuli, la collaborazione dell'Università di Udine e il sostegno di Banca 360 e Confartigianato. Zilli ha ricordato che "in Friuli Venezia Giulia il tasso di disoccupazione è il più basso degli ultimi 11 anni (5,3%) e la nostra è tra le regioni con la più elevata incidenza di start-up innovative sul totale delle nuove società di capitali della regione: 5,1% contro una media nazionale pari a 3,7%. Alla fine del 2022 erano 7.109 le imprese giovanili registrate in regione. Sappiamo che i nostri giovani vantano un'altissima formazione culturale e professionale e c'è una forte spinta a lavorare perseguendo l'eccellenza. Per questo anche l'impegno dell'Amministrazione regionale nel sostegno alle startup è ingente, con 100mila euro per quelle realtà che vogliono occuparsi dell'organizzazione di eventi culturali e altrettanti per l'innovazione; fino ai 5 milioni complessivi nel bilancio 2024 per investimenti sulle scienze della vita. Quanto ai fondi Pr Fesr 21-27, ammontano a oltre 9,6 milioni di euro le risorse a favore delle start up per la creazione di strumenti di venture capital, accompagnamento alla costituzione e imprenditorialità". Anche quest'anno all'interno della manifestazione si svolgerà il Contest internazionale "BAITE Award", un concorso di idee, ideato e curato dai fondatori Lorenzo Pradella e Roberto Della Marina, con il coordinatore Stefano Cercelletta, rivolto a giovani ricercatori, studenti e aspiranti imprenditori chiamati a presentare i loro progetti di start up innovative a partire da oggi e fino il 31 maggio prossimo. I temi del concorso includono edilizia sostenibile, bioagricoltura, efficientamento industriale, micromobilità e sistemi di motorizzazione innovativi, energie rinnovabili e stoccaggio, e turismo sostenibile. Lo scorso anno il concorso ha ricevuto oltre 40 progetti da tutto il mondo. Tra le novità di quest'anno la partnership con Enactus Italia, onlus per l'azione sociale e l'educazione all'imprenditorialità di giovani talenti. ARC/SSA/pph
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci