Eventi: Fedriga, Vino solidarietà esprime valori della nostra terra

Venerdì 1 Marzo 2024
Il governatore e l'assessore Callari al decennale dell'iniziativa promossa da Anfass Gorizia assieme alla Cantina produttori Cormons Cormons, 1 mar - "Il decennale del Vino della solidarietà è un traguardo significativo per un progetto che si pone uno straordinario punto di incontro tra arte, enogastronomia e solidarietà. È la rappresentazione di una cultura fortemente caratterizzante e identitaria del nostro territorio, che dimostra di riconoscere e valorizzare le diversità di ognuno attraverso il lavoro e le capacità di tante persone". Il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga è intervenuto così, oggi a Cormons, all'evento di presentazione della nuova etichetta del Vino della solidarietà, disegnata dall'artista Giorgio Celiberti. L'iniziativa nasce 10 anni fa dalla collaborazione tra l'Associazione famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale (Anffas) onlus di Gorizia e la Cantina produttori di Cormons, con il proposito di sostenere l'attività del sodalizio attraverso la vendita delle bottiglie di vino e di creare percorsi fattibili per l'inserimento nel settore vitivinicolo di persone con disabilità intellettiva. Nello specifico, i ragazzi dell'Anffas collaborano con l'azienda nella vendemmia e nelle successive fasi produttive del Vino della solidarietà, un uvaggio Collio bianco ricavato dal cosiddetto Vigneto della pace. Alla presenza dell'assessore regionale al Patrimonio Sebastiano Callari, del sindaco di Cormons Roberto Felcaro, del presidente di Anffas Gorizia Mario Brancati, del presidente della Cantina produttori di Cormons Filippo Bregant e di numerose altre autorità, Fedriga ha sostenuto che "il Friuli Venezia Giulia deve andare orgoglioso dei valori che rappresenta e del modo di saperli tramandare di generazione in generazione. Siamo la regione con più volontari in Italia rispetto al totale della popolazione e questo dimostra come il nostro impegno sociale sia, e debba continuare a essere, un elemento fondamentale della società". A margine della cerimonia l'assessore Callari, dopo aver condiviso con il governatore l'importanza del connubio tra eccellenza vitivinicola, arte ed inclusione sociale che caratterizza il Vino della solidarietà, ha posto l'accento sull'impegno pluriennale di Anffas Gorizia nel tendere una mano a fasce di popolazione più svantaggiate. Un'organizzazione che merita di essere sostenuta". Oltre al maestro Celiberti, nell'arco di questi anni molti altri artisti hanno prestato gratuitamente la loro opera per la creazione delle etichette: Sergio Altieri, Franco Dugo (che è anche direttore artistico dell'iniziativa), Giorgio Valvassori, Ignazio Doliach, Renzo Pagotto, Luciano De Gironcoli, Massimiliano Busan, Paolo Figar, Laura Grusovin. Le bottiglie del Vino della solidarietà sono acquistabili rivolgendosi direttamente alla sede Anffas di Gorizia. ARC/PAU/al
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci