Carburanti: Scoccimarro, confermate agevolazioni. 5 cent sulle ibride

Udine, 16 dic - La giunta regionale, su proposta dell'assessore all'Ambiente Fabio Scoccimarro, ha confermato anche per il primo trimestre 2019, gli incentivi per gli acquisti di carburanti per autotrazione.

In particolare l'agevolazione regionale totale ammonta a 21 centesimi al litro per la benzina e 14 centesimi per il gasolio nei comuni di zona 1 (zone confinarie a contributo maggiorato) e a 14 centesimi al litro per la benzina e 9 per il gasolio nei comuni di zona 2 (a contributo base).

"Non solo sono state rinnovate le agevolazioni sull'acquisto dei carburanti per i primi tre mesi del 2019 - ha commentato l'assessore - ma ho proposto di non abbattere quelle per i veicoli più vecchi compresi tra Euro 0 e Euro 4 poiché in caso contrario vorrebbe dire mettere in difficoltà chi non può permettersi l'acquisto di un mezzo di ultima generazione".

Questi incentivi, infatti, secondo la norma del 2010 avrebbero dovuto essere dimezzati a partire dal 1 gennaio 2019 per i veicoli inferiori all'Euro 4, che invece continueranno a poter godere dello sconto pieno.

Inoltre, Scoccimarro evidenzia la conferma dello sconto di 5 centesimi per le auto ibride "a garanzia della crescente attenzione sui veicoli ecologici, tanto che - ha aggiunto ancora l'assessore - abbiamo predisposto quote di bilancio per il prossimo triennio, per 1,4 milioni di euro nel 2019 e un ulteriore milione spalmato sugli anni successivi, anche per le vetture a chilometro zero e usate di ultima generazione, con l'obiettivo di andare incontro alle famiglie meno abbienti e dare una scossa al mercato dell'auto regionale". ARC/SSA/ep

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 16 Dicembre 2018, 12:45




Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Carburanti: Scoccimarro, confermate agevolazioni. 5 cent sulle ibride
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-12-16 16:43:11
Le euro 4 sono entrate in commercio nel 2006 e "scomparse" nel 2009 (le ultime, l'euro 5 e' del 2008). Nella migliore delle ipotesi sono auto di 10 anni. Le prime euro 3 sono del 1999. Parliamo di veicoli che hanno quasi 20 anni. Le euro 0, 1 e 2 sono pezzi da museo. "Incoraggiarne" ancora il possesso e' ridicolo.