Attività produttive: Bini, con fondi europei aiuti a oltre 350 imprese

Venerdì 30 Ottobre 2020

Udine, 30 ott - Sono oltre 350 le imprese che beneficerannoentro fine anno di fondi europei a valere su tre bandi delPor-Fesr 2014-2020 di cui due, appena rifinanziati dalla Giuntaregionale, volti a sostenere l'innovazione, e il terzospecificamente dedicato alla sicurezza anti Covid, per unammontare complessivo di oltre 20 milioni di euro. Lo ha reso noto l'assessore regionale alle Attività produttive,Sergio Emidio Bini, all'esito della seduta odierna della Giuntaregionale che ha ratificato, tra l'altro, la riallocazione dirisorse per complessivi 3,6 milioni di euro. "Con la decisione di dare risorse a questi tre bandi - hacommentato Bini - abbiamo garantito alle nostre piccole e medieimprese un importante sostegno non solo nell'affrontarel'emergenza Covid dotandosi dei dispositivi necessari allaripartenza dopo il lockdown di primavera ma, soprattutto, perinvestire in ricerca e innovazione, uniche leve per continuare arestare sul mercato". Come ha spiegato Bini "il primo bando sull'innovazione raggiungeuna dotazione complessiva di 10,8 milioni di euro mentre quellosull'industrializzazione arriva a quota 4,7 milioni. A questi siaggiungono 5,2 milioni di euro per il bando sicurezza Covid chesarà completamente esaurito entro questo esercizio finanziario". Nel dettaglio sul bando Industrializzazione sono state ammesse 45domande, per un valore medio del contributo di quasi 106mila euro. Il bando Innovazione prevede la concessione di contributi a fondoperduto nei settori manifatturiero e terziario (agroalimentare,filiera metalmeccanica e filiera sistema casa, tecnologiemarittime e smart health). Su questa linea sono state ammessefinora 107 domande per un contributo medio di circa 80mila eurociascuna, ma si conta di arrivare a soddisfare circa 140 domande. Infine il bando Sicurezza ha già visto istruite 151 pratiche, masi conta di giungere a completare le oltre 180 domande pervenuteper un totale di 5,2 milioni di euro.ARC/SSA/al

© RIPRODUZIONE RISERVATA