Ambiente: Scoccimarro, 2 milioni per recupero acque piovane

Martedì 28 Novembre 2023
In Commissione anche annuncio nascita dei volontari per la tutela dell'ambiente formati da Arpa

Pordenone, 28 nov - "Abbiamo proposto una norma che istituisce una nuova linea contributiva rivolta alle persone fisiche, ai condomini e alle imprese per l'installazione di sistemi per il recupero e il riutilizzo delle acque piovane per uso irriguo e domestico. L'obiettivo è di incentivare il risparmio idrico riducendo i consumi e preservando la risorsa acqua: per i privati e condomini è previsto un contributo massimo che arriva a 5 mila euro, mentre per le imprese fino a 10 mila euro, per 2 milioni di euro di contributi totali".

Lo ha detto questa mattina l'assessore regionale alla Difesa dell'ambiente Fabio Scoccimarro illustrando in Quarta commissione del Consiglio regionale le poste di bilancio in vista della Legge di Stabilità 2024.

"Un passo molto importante - ha aggiunto Scoccimarro - è poi la proposta della creazione del Registro regionale dei volontari per la tutela dell'ambiente. I cittadini in possesso dei requisiti, previa la frequenza di corsi di formazione per il conseguimento dell'idoneità all'iscrizione nel Registro gestito come i corsi da Arpa Fvg, saranno impegnati in attività di informazione e di sensibilizzazione sulla tutela ambientale, nonché di raccolta di dati finalizzati al monitoraggio ambientale". In materia di carburanti, è stata presentata una norma che dispone che l'attuale identificativo (carta a microprocessore per il carburante agevolato) possa essere rilasciato ai beneficiari dalle Camere di Commercio sino a esaurimento delle carte la cui produzione è in fase di dismissione, così come vale per gli apparecchi Pos dei distributori. "La transizione - ha precisato l'assessore - tra l'utilizzo della carta a microprocessore e la nuova App dedicata sarà quindi graduale e prevederà in questa fase una concomitanza tra le due metodologie di pagamento, grazie anche all'assistenza ai cittadini da parte delle Camere di commercio". Tra i finanziamenti previsti nella Legge di stabilità sono stati inoltre evidenziati i 155 milioni di euro destinati alle politiche promosse dall'assessorato alla difesa dell'ambiente, energia e sviluppo sostenibile. Di questi 155 milioni, 37 sono destinati per la difesa del suolo e al servizio geologico e comprenderanno dragaggi e ripascimenti delle spiagge per i settori industriali e turistici della Regione. Quattro milioni di euro saranno destinati al servizio idrico integrato, ai quali si aggiungeranno altri 5 milioni come annunciato dall'assessore Zilli. Undici milioni per il servizio rifiuti e siti inquinati, 3 milioni per per la prevenzione dell'inquinamento grazie ai contributi per la sostituzione o efficientamento delle stufe e caminetti a biomasse. Saranno quasi 70 i milioni destinati alla transizione energetica, di cui 55 per garantire la competitività del nostro settore di distribuzione carburanti, mentre arriveranno anche 2,4 milioni per le Comunità energetiche. "Sono invece 29 i milioni - ha sottolineato Scoccimarro - direttamente gestiti dalla Direzione centrale, di cui 26,8 milioni sono destinati all'Arpa: 24 milioni saranno utilizzati per la gestione corrente, con un focus particolare per la formazione dei volontari e per i progetti di educazione ambientale cui tengo particolarmente. Altri 2,8 milioni riguardano invece l'adeguamento delle sedi Arpa Fvg per eventi sismici". ARC/LIS/gg

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci