Orecchie d'asino in classe agli alunni, maestra assolta da accusa abuso mezzi correzione: «Il fatto non sussiste»

Pavia. L'insegnante, che oggi ha 62 anni, dopo i fatti aveva continuato a lavorare nello stesso istituto e quest'anno è andata in pensione

Martedì 29 Novembre 2022
Orecchie d'asino in classe agli alunni, maestra assolta dal accusa abuso mezzi correzione: «Il fatto non sussiste»

La Procura di Pavia le aveva contestato il reato di abuso di mezzi di correzione, accusandola di aver fatto indossare ad alcuni alunni delle «orecchie d'asino» di carta fatte realizzare in classe da altri studenti, in una scuola primaria di Pavia. Ma la maestra è stata assolta.

Maestra contro l'alunno di terza elementare: «Sei un fallito». E scaglia un diario: il bimbo si è ferito al labbro

La maestra e le orecchie d'asino

Inoltre avrebbe anche preso di mira dei bambini con pesanti appellativi. Accuse che non sono state ritenute credibili dalla giudice Daniela Garlaschelli, che ha assolto l'insegnante perché «il fatto non sussiste». I fatti al centro dell'indagine risalgono a due anni fa. L'insegnante, che oggi ha 62 anni, ha continuato a lavorare nello stesso istituto e quest'anno è andata in pensione. Nessuna famiglia degli alunni della classe si era costituita parte civile al processo.

Ultimo aggiornamento: 19:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA