Turetta, la condanna quando arriverà? L'esperto: «Processo lampo con il giudizio immediato custodiale»

Giovedì 7 Dicembre 2023, 17:08 - Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre, 14:46

Si potrà applicare il rito speciale del giudizio immediato custodiale? E quali sono i tempi?

Con l’introduzione relativamente recente (2008) del giudizio immediato custodiale, il legislatore ha voluto consentire il ricorso al rito immediato anche nel caso in cui l’indagato sia sottoposto a misura cautelare restrittiva (custodia in carcere o in luogo di cura e arresti domiciliari).
Come accade con Il giudizio immediato “puro” anche in questa ipotesi si può accedere al rito speciale, entro il termine specificatamente previsto, solo nel caso in cui non sussista pregiudizio per le indagini e, soprattutto, se l’indagato è stato messo in condizione di esercitare il proprio diritto di difesa seppur limitatamente alla fase investigativa/cautelare.
Nel giudizio immediato puro il termine per la proposizione della richiesta è di 90 giorni dall’iscrizione della notizia di reato nel registro ex art. 335 ccp (impropriamente chiamato registro degli indagati) purché l’indagato sia stato interrogato o comunque invitato a rendere interrogatorio.
Nel giudizio immediato custodiale tale termine, naturalmente più ampio, è di 180 giorni dall’applicazione della misura custodiale, purché sia stato svolto l’interrogatorio di garanzia (in assenza del quale decade la misura) e solo dopo che si sia concluso il procedimento incidentale per il riesame del provvedimento cautelare impositivo a norma dell’art. 309 CPP.
In buona sostanza risponde alle medesime logiche di speditezza che caratterizzano il giudizio immediato puro, di cui costituisce una variante la cui peculiarità si coglie solo in relazione alle tempistiche previste per la proposizione della richiesta e alle condizioni relative all’esercizio del diritto di difesa, entrambe naturalmente più ampie in ragione della maggiore delicatezza della posizione dell’indagato sottoposto a temporanea (meglio, cautelare) limitazione della libertà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA