Redditometro, come funziona e quali sono le spese sotto esame (dai cavalli al parrucchiere). La novità: i contribuenti potranno “difendersi” ed evitare il giudizio

Mercoledì 22 Maggio 2024, 12:40 - Ultimo aggiornamento: 24 Maggio, 08:55
Redditometro, come funziona e quali sono le spese sotto esame. La novità: i contribuenti potranno “difendersi” ed evitare il giudizio
1 Minuto di Lettura

Il nuovo redditometro rappresenta uno strumento utile per l'amministrazione fiscale italiana nella verifica del reddito presunto dei contribuenti. Questo strumento tiene conto di una vasta gamma di spese, dalle necessità quotidiane fino a spese più particolari come il mantenimento di un cavallo. L'obiettivo è stimare il reddito di un individuo basandosi sulle spese sostenute: l'analisi del redditometro partirà dai redditi del 2016, anche se dovrebbe riguardare solo quelli dal 2018 in poi. Questo processo utilizzerà gli elementi già presenti nell'anagrafe tributaria o un livello minimo di spesa standard per effettuare le stime. Ci sono delle differenze, però, con il vecchio redditometro: i contribuenti, infatti, avranno la possibilità di difendersi, una sorta di contraddittorio preliminare per far valere le proprie ragioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA