Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Vaiolo delle scimmie, secondo caso negli Usa: contagiato un uomo, è allarme

Ritrovate per caso intanto delle fiale con il virus del vaiolo isolato in un laboratorio della Pennsylvania

Giovedì 18 Novembre 2021
Vaiolo delle scimmie, secondo caso negli Usa: contagiato un uomo, è allarme

Massima allerta negli Stati Uniti dopo la conferma di un nuovo caso di contagio di vaiolo delle scimmie in Maryland, è il secondo negli States nel 2021.

Ad annunciarlo è stato il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) che ha riscontrato la mattia in un uomo recentemente tornato da un viaggio in Nigeria. Le infezioni umane da vaiolo delle scimmie si verificano principalmente in Africa centrale e occidentale.

La pericolosità del vaiolo

Questo tipo di vaiolo, molto diffuso nei primati, si trasmette molto raramente ma è una malattia potenzialmente mortale. Stando alle valutazioni del CDC, i tassi di mortalità in Africa legati a questa patologia sarebbero intorno al 10% delle persone infette.

Attulamente non esistono cure efficaci e sicure, ma come hanno spiegato gli esperti della sanità americana fortunatamente «il paziente ha presentato sintomi lievi ed è convalescente in isolamento, non ricoverato in ospedale».

Covid, il virus anche negli animali: dai cervi ai procioni. Cosa significa per gli esseri umani?

 

La spiegazione degli esperti

«In questo momento non raccomandiamo di utilizzare particolari precauzioni nei confronti di questa malattia»,  hanno spiegato ancora. Non si tratta di una crisi sanitaria poiché non sussiste questo tipo di rischio, ma gli esperti hanno comunque consigliato di mantenere alta la guardia.

Per il vicesegretario alla sanità, Jinlene Chan «le autorità hanno identificato e continuano a monitorare tutti coloro che potrebbero essere stati in contatto con l'individuo contagiato». «La celere risposta e diagnosi che abbiamo dato dimostra l'importanza di stare in stretto coordinamento con i funzionari del CDC e anche l'importanza di avere una struttura pubblica sanitaria», ha continuato.

Peste suina africana, tremano gli Stati Uniti per il virus che stermina i maiali

 

Il pericolo di diffusione

Il vaiolo della scimmia appartiene alla stessa famiglia di virus del vaiolo, ma generalmente causa un'infezione più lieve. Può diffondersi entrando a contatto diretto con lesioni cutanee o fluidi, ma può anche essere diffuso con goccioline respiratorie.

La malattia nelle sue fasi iniziali si manifesta con sintomi simil-influenzali e gonfiore dei linfonodi. Questi si ingrossano fino a esplodere frequentemente con un'eruzione cutanea sia sul viso che sul corpo. Nella maggior parte dei casi la positività permane per circa 2-4 settimane.

Fiale con virus del vaiolo isolato in Pennsylvania

Oggi le autorità sanitarie federali hanno confermato la scoperta di alcune fiale congelate etichettate come "vaiolo" in un laboratorio di ricerca sui vaccini. Il CDC ha affermato che le fiale «sono state scoperte casualmente da un dipedente che stava pulendo il congelatore del laboratorio». Al momento sono in corso indagini sul ritrovamento da parte dello stesso CDC che ha aggiunto che «il contenuto delle fiale sembra completo». Al momento non si temono quindi fughe del virus.

Ultimo aggiornamento: 19 Novembre, 16:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci