Bari, malato di Sla denuncia cure «insufficienti» e chiede l'eutanasia: «Vivere così è un'agonia»

Martedì 16 Febbraio 2021
Bari, malato di Sla denuncia cure insufficienti e chiede l'eutanasia: «Vivere così è un'agonia»

Si chiama Pasquale Tuccino Centrone, è malato di Sla da 13 anni e da 9 riceve la ventilazione assistita. E a causa delle cure «insufficienti» ora chiede di poter morire con dignità. Accade a Polignano (Bari) dove l'uomo - di professione ristoratore - stanco di chiedere invano cure e servizi migliori, si è appellato direttamente all'assessore pugliese alla Sanità, Pier Luigi Lopalco, e al governatore Michele Emiliano. In un lungo post su Facebook Centrone li ha nominati «esecutori delle sue volontà», invocando l'eutanasia.

Appello al ministro Speranza: «Io malato di cancro, per me non c'è posto in ospedale»

Il post

«La malattia - scrive - è gia' bastarda di suo ed ogni giorno si prende una parte di me, peggioro. Forse non mi sono spiegato bene che ho bisogno di una assistenza stabile e duratura, che impari le mie abitudini. Non mi mandate piu' queste assistenze occasionali a "prestazioni" che poverini non sanno da dove iniziare», così Centrone su Facebook.

 

Fine vita, Cappato: «L'intervento del Vaticano è un attacco frontale al legislatore»

«Io - prosegue - più di una persona che mi assiste non me la posso permettere e non voglio più dare impegni alla mia famiglia. Basta sono stanco non mi piace più vivere in questo modo è diventata una agonia, tolgo il disturbo. E quindi nomino il Presidente Emiliano ed il dottor Lopalco esecutori della mia volontà alla ricerca della pace che merito, attraverso l'Eutanasia. Come fece il Dj Fabo con Marco Cappato. Non mi dite nulla e non mi inviate messaggi privatamente. Accettate la mia volontà vi prego, non è una resa», così in un post di due giorni fa.

L'Ordine dei Medici

Il fatto è emerso grazie al presidente dell'Ordine dei Medici di Bari, Filippo Anelli, che è anche Presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici (Fnomceo). «Ci associamo - dice Anelli - ai reiterati appelli sui social di Pasquale Tuccino Centrone, che chiede un'assistenza domiciliare stabile e continuativa, al posto di prestazioni occasionali con professionisti sempre diversi. Chiediamo all'assessore alla sanità, Pierluigi Lopalco, e al Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, di intervenire per fornire a lui, e agli altri pazienti cronici, un supporto professionale adeguato. Un Paese civile si misura, anche e soprattutto, sui servizi che riesce ad assicurare alle persone più fragili», così il presidente dell'Ordine dei Medici.

Nuova Zelanda, sì all'eutanasia: oltre il 65% di favorevoli al referendum. Bocciato il via libera alla cannabis

Che poi conclude: «Finora [gli appelli] sono valsi a poco: in cambio, ha ricevuto la visita di medici e infermieri per "prestazioni occasionali" di meno di un'ora. Tanto che, ieri, ha invocato l' eutanasia, nominando Lopalco ed Emiliano esecutori delle sue volontà».

 

Ultimo aggiornamento: 18:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA