Covid, muore farmacista di 60 anni. I colleghi di Pasqualino: «Tanto dolore e rabbia»

Martedì 20 Aprile 2021
Farmacista di 60 anni muore di Covid. I colleghi: «Tanto dolore e rabbia»

È morto a causa del Covid il farmacista di 60 anni Pasqualino Briganti, deceduto presso il San Camillo di Roma la mattina di venerdì 16 aprile. Si tratta del ventinovesimo farmacista colpito in servizio dal coronavirus. Lascia la moglie Cristina. «Tanto dolore, sgomento e rabbia», scrive una collega. 

Esprime un messaggio di condoglianze la Federazione degli Ordini dei farmacisti italiani. Che annuncia «con profonda amarezza la scomparsa, a soli 60 anni, del collega Pasqualino Briganti: è il ventinovesimo farmacista colpito in servizio dal coronavirus». Poi spiega che Briganti «ha continuato finché gli è stato possibile a esercitare la professione di informatore scientifico, presso medici e ospedali, con la massima dedizione, godendo della stima unanime di tutti i suoi interlocutori. Alla famiglia e agli amici di Pasqualino le condoglianze di tutti i farmacisti italiani».

Anche la Fedaiisf, Federazione delle Associazioni Italiane degli Informatori Scientifici del Farmaco e del Parafarmaco, scrive una nota. «Pasqualino era innamorato della professione che ha svolto per tanti anni a cavallo tra il nord frusinate ed il sud della provincia di Roma. Altruista e sempre sorridente. Determinato ma sempre pronto per un consiglio». E poi la denuncia: «Quanti altri ISF dovranno morire a causa dell'ottusa non applicazione della Regione Lazio del nuovo piano vaccinale ad interim sui gruppi target della vaccinazione?».

 

Ultimo aggiornamento: 14:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA