«Epidemia di coronavirus già 20.000 anni fa in Asia»: lo svela un team di scienziati americani e australiani

Sabato 26 Giugno 2021
«Epidemia di coronavirus già 20.000 anni fa in Asia»: lo svela un team di scienziati americani e australiani

Il virus ha origini lontane. Lontanissime. Negli ultimi 20 anni, le persone hanno dovuto affrontare una serie di epidemie causate da coronavirus, tra cui SARS, MERS e Covid-19. Ma gli esseri umani potrebbero aver affrontato questo tipo di malattia millenni fa: lo suggerisce una nuova ricerca di cui parla la Cnn. Un team di australiani e statunitensi ha trovato prove di un'epidemia di coronavirus scoppiata più di 20.000 anni fa in Asia orientale. In uno studio pubblicato giovedì sulla rivista scientifica Current Biology si legge che i ricercatori hanno studiato i genomi di oltre 2.500 persone provenienti da 26 diverse popolazioni in tutto il mondo. Ed hanno individuato la prima interazione del genoma umano con i coronavirus, che ha lasciato impronte genetiche sul DNA delle persone che oggi vivono in Asia orientale.

Coronavirus, segnali genetici

I genomi studiati contengono informazioni evolutive sugli esseri umani risalenti a centinaia di migliaia di anni, ha affermato l'autore principale della ricerca, Yassine Souilmi. Informazioni che gli esperti hanno imparato a decodificare solo negli ultimi anni. I ricercatori hanno trovato questi segnali genetici legati a un coronavirus in cinque diverse popolazioni situate in Cina, Giappone e Vietnam. L'epidemia avrebbe potuto diffondersi ulteriormente oltre questi paesi, ha aggiunto Souilmi, ma i dati non sono disponibili in altre parti della regione, quindi non c'è modo di saperlo.

Da queste popolazioni, Souilmi ha affermato che i ricercatori hanno scoperto che un gruppo affetto ha sviluppato una mutazione benefica che ha contribuito a proteggerli dal coronavirus.

Wuhan, prime tracce del virus furono «cancellate dai cinesi»: la scoperta del ricercatore Usa

Vaccino, tra i giovani circa 500 casi di miocardite negli Usa. L'inventore mRNA: «Troppi rischi»

Il virus si è affacciato separatamente tra diverse regioni e si è diffusa in tutta l'Asia orientale come un'epidemia. Tuttavia, gli scienziati non sanno come i nostri antenati l'abbiano vissuta, in parte perché non è chiaro se si sia trattato di un evento stagionale, come l'influenza, o se se sia stato continuo, come l'attuale pandemia.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA