Alzheimer, infiammazione al cervello scatena la forma più grave: lo studio su Nature Medicine

Martedì 31 Agosto 2021, 16:34 - Ultimo aggiornamento: 1 Settembre, 16:32
Alzheimer, infiammazione al cervello scatena la forma più grave: lo studio su Nature Medicine
1 Minuto di Lettura

Alzheimer, scoperta l'infiammazione al cervello che scatena la forma più grave della malattia, inducendo la formazione di ammassi tossici. Scoperto, dunque, un attore chiave nella progressione dell'Alzheimer in forma più grave: è una condizione di infiammazione del cervello (neuroinfiammazione) secondo un lavoro su pazienti pubblicato sulla rivista Nature Medicine.

 

Roma, malato di Alzheimer in fuga dalla Rsa come nel film cult "Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve"

Covid, «nebbia nel cervello» tra gli effetti a lungo termine: ricerca del centro Alzheimer

 

Lo studio sull'Alzheimer

 

Condotto presso la University of Pittsburg, lo studio suggerisce che agendo per contrastare lo stato infiammatorio cerebrale si potrebbe un giorno trattare o quanto meno ritardare il decorso dell'Alzheimer. L'infiammazione del cervello è un fenomeno caratterizzato dall'attivazione delle cellule immunitarie presenti in sede, le cellule della microglia.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA