Coronavirus, le zanzare non trasmettono il virus con la puntura

Lunedì 29 Giugno 2020 di Carla Massi
Coronavirus, le zanzare non trasmettono il virus con la puntura

Una certezza: le zanzare non trasmettono il virus Covid-19. A rassicurare, sul suo sito, è l'Istituto superiore di sanità. Né la “tigre” (Aedes albopictus) né  quella comune (Culex pipiens), dunque, possono scatenare l'infezione con una puntura sulla pelle. Come dimostrano i dati preliminari di uno studio condotto da un team di entomologi e virologi dell’Istituto in collaborazione con l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie.

Obiettivo dello studio: valutare, attraverso prove di infezione sperimentale, la supposta capacità di trasmissione delle due specie. Il lavoro ha mostrato che il virus, una volta penetrato all’interno della zanzara attraverso sangue infetto, non è in grado di replicarsi e quindi di essere successivamente inoculato dalla zanzara attraverso una puntura. I risultati finali della ricerca si conosceranno a breve: riusciranno a “scagionare” l'insetto basandosi sul lungo percorso sperimentale. 

L'avvicinarsi del caldo estivo, nelle scorse settimane, aveva fatto crescere la preoccupazione anche se, già prima delle prove in laboratorio, era stato escluso il coinvolgimento della zanzara nel contagio. «Il nuovo coronavirus - spiegavano gli esperti del ministero della Salute - è un virus respiratorio che si diffonde principalmente attraverso le goccioline generate quando una persona infetta tossisce o starnutisce. Dalla saliva e dalle secrezioni del naso. Zecche, zanzare o altri insetti che succhiano il sangue possono, invece, veicolare altri tipi di malattie. Come la dengue o febbre gialla».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci