Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Vaccino, Pfizer e Biontech chiedono il via libera al «booster per i bambini dai 5 agli 11 anni»

Per le due aziende la terza dose dà una forte risposta immunitaria nei giovani, compreso un aumento dei livelli di anticorpi contro Omicron

Mercoledì 27 Aprile 2022
Vaccino, Pfizer e Biontech chiedono il via libera al «booster per i bambini dai 5 agli 11 anni»

Con le varianti che avanzano e la pandemia che non si ferma, Pfizer e Biontech hanno presentato alle autorità sanitarie americane la domanda di autorizzazione della dose di richiamo del vaccino Covid-19 per i bambini dai 5 agli 11 anni. La richiesta alla Food and Drug Administration (Fda) segue alla dichiarazione da parte delle due società, all'inizio di aprile, secondo cui un «booster» avrebbe generato in modo sicuro una forte risposta immunitaria nei giovani, compreso un aumento significativo dei livelli di anticorpi contro la variante Omicron.

Vaccini, reazioni avverse in meno di un caso su mille: Pfizer il più utilizzato

Influenza, tutti i sintomi: dai disturbi intestinali alla febbre, il colpo di coda d'aprile

Il via libera da parte della Fda estenderebbe l'idoneità dei richiami a circa 28 milioni di bambini negli Stati Uniti. Il booster è oggi disponibile dai 12 anni negli Stati Uniti e le autorità di regolamentazione hanno recentemente dato il via libera alla quarta dose per le persone over 50 anni o con sistema immunitario indebolito. Rispetto al booster per gli under 12, ci si attende una risposta della Fda entro un paio di settimane e in questa fase l'agenzia potrebbe chiedere al suo gruppo di esperti sui vaccini di esaminare la domanda.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci