Pazienti Covid, il virus si trasmette di più nei primi 5 giorni. Gli asintomatici meno contagiosi

Martedì 31 Agosto 2021
Pazienti Covid, il virus si trasmette di più nei primi 5 giorni. Gli asintomatici meno contagiosi

I pazienti Covid sono più contagiosi da due giorni prima fino a tre giorni dopo l'esordio dei sintomi. Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Jama Internal Medicine Boston University School of Public Health (BUSPH) che ha coinvolto un gruppo di individui risultati positivi al coronavirus e un totale di 9000 contatti stretti (tra familiari, colleghi di lavoro e altre persone a stretto contatto abituale) seguiti con il contact tracing. Lo studio rinforza anche l'idea che una persona col Covid è più contagiosa quando è sintomatica.

Il Covid muta in maniera «intelligente». Ricercatori Usa: possibile ciclo di contagi senza fine

Gli esperti hanno studiato i tempi con cui gli elementi di queste reti sociali risultavano a loro volta positivi al virus ed è emerso che in gran parte i contagi avvenivano quando il contatto con la persona infettata avveniva poco prima o subito dopo la comparsa in quest'ultimo di sintomi riconoscibili. «I nostri risultati suggeriscono che i tempi di esposizione sono importanti per la trasmissione del virus, e questo fornisce ulteriore evidenza del fatto che i test rapidi e la quarantena dopo che qualcuno è stato male sono un passo cruciale per controllare l'epidemia» - spiega l'autore del lavoro Leonardo Martinez. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA