Covid, Gimbe: «Impennata del 10% dei casi». Pesa la diffusione delle varianti

Giovedì 25 Febbraio 2021
Covid, Gimbe: «Impennata del 10% dei casi». Pesa la diffusione delle varianti

Aumentano del 10% i nuovi casi di Covid durante l'ultima settimana, in Italia: un bilancio importante, probabilmente legato dall'espandersi delle varianti, più contagiose. È questo il bilancio prospettato dal monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe. Si accendono le cosiddette "spie rosse" in 41 provincie, con incrementi dei contagi di oltre il 20%, che «richiedono restrizioni mirate e tempestive per evitare lockdown più estesi».

Contagi Covid, quali sono le province più colpite? Pescara, Bolzano e Chieti in testa: la classifica

 

I casi

Nella settimana 17-23 febbraio, i nuovi casi di coronavirus sono aumentati a 92.571 da 84.272 della settimana precedente, a fronte di un numero stabile di decessi (2.177 rispetto 2.169, +0,4%). In lieve riduzione gli attualmente positivi (387.948 contro 393.686, -1,5%), le persone in isolamento domiciliare (367.507 rispetto a 373.149) e i ricoveri con sintomi (18.295 contro 18.463), mentre risalgono le terapie intensive: 2.146 pazienti ricoverati rispetto ai 2.074 della settimana precedente, +3,5%.

 

Cartabellotta (Gimbe): «Con la variante inglese ci aspettiamo un importante aumento dei casi»

Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe ha dichiarato che «Dopo 4 settimane di stabilità nel numero dei nuovi casi si rileva un'inversione di tendenza con un incremento che sfiora il 10%, segno della rapida diffusione di varianti più contagiose», così Cartabellotta.

Nuovo lockdown in Italia? Virologi divisi. Vaia (Spallanzani): «Sì a chiusure, ma mirate»

Ultimo aggiornamento: 15:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA