Coronavirus, infettivologo Bassetti: «Pochi controlli su persone che arrivano dall'estero»

Giovedì 6 Agosto 2020
Coronavirus, infettivologo Bassetti: «Pochi controlli su persone che arrivano dall'estero»

«Nel nostro Paese si fanno pochi controlli sulle persone che arrivano dall'estero, anche da Paesi dove il virus circola. E nessuno vuol fare speculazione politica: dunque penso a quanti arrivano con i barconi, ma soprattutto con aerei, auto private e pullman». Lo afferma all'Adnkronos Salute Matteo Bassetti, direttore della Clinica malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova.

Coronavirus, Bassetti: «Il Covid viaggia sui barconi dei migranti come in business class»
Covid, Bassetti-Clementi-Zangrillo: «Noi negazionisti? No, medici sinceri»
Coronavirus, l'emergenza è finita o no? La rivolta dei virologi: «Imbecille chi costringe i giovani a non socializzare»

«Io stesso - racconta - nei giorni scorsi ho visto un'automobile con una targa dalla Bulgaria e delle persone che riposavano in autogrill, chi le ha controllate? È stato detto loro di mettersi in quarantena? Chi avvisa quanti arrivano da un Paese endemico via Europa di rispettare la quarantena? Il timore è che tanti non vengano intercettati», conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA