Con una o due uova al giorno il rischio diabete aumenta del 60%

Lunedì 16 Novembre 2020
2

Strapazzate, in camicia o bollite le uova sono un alimento popolare in tutto il mondo, in particolare per la colazione. Occorre però moderazione nel loro utilizzo, per evitare un aumentato rischio di diabete. Questo il suggerimento che arriva da uno studio guidato dalla University of South Australia, pubblicato sul British Journal of Nutrition. Condotta in collaborazione con la China Medical University e la Qatar University, la ricerca longitudinale (1991-2009) è la prima a valutare il consumo di uova in un ampio campione di adulti cinesi. É emerso che le persone che consumavano regolarmente una o più uova al giorno (equivalenti a 50 grammi) aumentavano del 60% il rischio di diabete, mentre un altrettanto importante consumo di uova a lungo termine (superiore a 38 grammi al giorno) aumentava il rischio di diabete di circa il 25%. L'effetto è risultato più pronunciato nelle donne che negli uomini. «Per sconfiggere il diabete - spiega la dottoressa Ming Li, autrice principale dello studio - è necessario un approccio multiforme che non comprenda solo la ricerca, ma anche un chiaro insieme di linee guida per informare e guidare il pubblico. Questo studio è un passo verso questo obiettivo a lungo termine». 

Colesterolo, la linea dall'Oms: dal 2023 addio ai grassi idrogenati

© RIPRODUZIONE RISERVATA