Variante indiana, Lopalco: «Non altera misure Italia né piano vaccini»

Lunedì 26 Aprile 2021
Variante indiana, Lopalco: «Quello che succede in India non ha a che vedere con la variante»

La variante indiana del covid è diventata motivo di molta preoccupazione a causa dell'alta contagiosità in India e della scoperta di alcuni positivi alla mutazione in Europa. Molti stati hanno chiuso le frontiere a chi viene dall'India, tra questi anche l'Italia.

Variante indiana, allerta a Latina per i contagi tra i braccianti: sotto osservazione casi tra lavoratori Sikh

L'epidemiologo Pierluigi Lopalco, assessore alla Sanità della Regione Puglia, in merito al diffondersi di preoccupazioni si è espresso così: «La variante indiana, al pari di altre, può avere diverse caratteristiche di diffusibilità o resistenza all'immunità generata da infezioni precedenti o vaccinazione, ma quello che vediamo oggi accadere in India non ha nulla a che vedere con la presenza di questa variante, bensì con il mancato controllo della pandemia». 

Luca Zaia: «Variante indiana, due casi in Veneto». Da oggi via alle vaccinazioni per gli over 60

Lopalco ha sottolineato che le misure messe in atto in Italia e il piano vaccini non vengono alterati dalla presenza della variante e ha accenato al fenomeno delle  'scariants', ovvero «il dilagare della paura, spesso immotivata, legata al diffondersi delle varianti».

 

Ultimo aggiornamento: 17:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA