Bergamo, sei trapianti in meno di 24 ore: operati anche un bambino e un malato terminale di Covid (polmoni)

Martedì 6 Luglio 2021
Bergamo, sei trapianti in meno di 24 ore: la maratona all'Ospedale Papa Giovanni XXIII

Sei trapianti in meno di 24 ore. Una maratona. Le operazioni sono state effettuate all'Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo lo scorso 21 giugno. Più di 70 i professionisti coinvolti, tra cui anche diversi medici specializzandi. Tra le persone operate anche un bambino e un malato terminale di Covid, che ha ricevuto il terzo trapianto di polmoni per polmonite da Coronavirus in Italia.

 

Roma, ragazzo di 15 anni riceve il primo trapianto al mondo da un positivo. La lettera: «Mi avete regalato un sorriso»

 

<h2>Bergamo, trapianto di polmone dopo il Covid</h2>

 

Tutto inizia nel primo pomeriggio del 21 giugno, quando al Centro trapianti di cuore arriva la segnalazione di una donazione di cuore per una giovane paziente di 21 anni, affetta da una grave cardiopatia congenita, che da marzo era ricoverata in cardiochirurgia per l'aggravarsi delle sue condizioni. La ragazza aveva già subito un trapianto 15 anni fa, ma il suo cuore nuovo aveva sviluppato un rigetto cronico talmente grave che solo le cure intensive riuscivano a mantenerla in vita. I medici si organizzano cos per eseguire il trapianto nel corso della notte. In tarda serata arriva un'altra segnalazione di un cuore disponibile per un bimbo di 10 anni in lista d'attesa da settembre scorso.

 

 

Verso mezzanotte un'equipe di medici parte per il primo prelievo in un ospedale fuori regione. Alle 4 del mattino del 22 giugno, alle 14 l'intervento si conclude. In contemporanea si svolge un doppio trapianto di polmoni in un uomo di 44 anni, con un'insufficienza respiratoria terminale causata dal Covid e in rianimazione intensiva dall'8 giugno per il peggioramento delle sue condizioni. Il suo intervento, iniziato alle 7.30 del 22 giugno, termina 7 ore dopo. Un'ora dopo l'inizio del doppio trapianto di polmoni, un'altra equipe di medici parte per il prelievo del secondo cuore fuori dalla Lombardia. Alle 12 il bambino viene portato in sala operatoria, l'intervento procede senza complicanze e alle 19.30 il piccolo viene portato in Terapia intensiva pediatrica per le cure post operatorie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA