Virus misterioso uccide tre persone in Tanzania, indagano le autorità sanitarie locali: «Simile all'Ebola»

Sarebbero 13 le persone contagiate finora

Giovedì 14 Luglio 2022
Virus simile all'Ebola uccide tre persone in Tanzania, indagano le autorità sanitarie locali: «Strana malattia».

Tre morti in Tanzania causati da un misterioso virus simile all'Ebola. Il virus non è stato ancora ben identificato ma, sarebbe nato nelle regioni sud del Kenya. Le autorità sanitarie che indagano sulla diffusione del misterioso virus hanno definito l'epidemia "strana". Fino a oggi i casi di contagio in Tanzania sarebbero 13, compresi i tre decessiI sintomi includono febbre, mal di testa, affaticamento e sangue dal naso, anche se quest'ultimo sintomo si manifesterebbe molto più di rado. 

Marburg, i sintomi da tenere sotto controllo del virus simile all'Ebola: dalla febbre ai dolori muscolari

Virus di Marburg, 2 casi registrati in Ghana

Il piano di prevenzione

La Tanzania non ha mai registrato un caso di Ebola o Marburg. Nonostante i paesi confinanti come, la Repubblica Democratica del Congo e l'Uganda, abbiano avuto vari episodi accertati. Nessuno dei 13 pazienti tanzaniani, provenienti dalla regione meridionale del Lindi è risultato fino a oggi positivo a Ebola o Marburg. Anche i tamponi Covid sono risultati negativi, secondo quanto riportato dal ministero della Salute del Paese.

Il capo dello team medico che ha seguito i casi sospetti, Aifello Sichalwen, ha detto che, dei pazienti infetti, esclusi i tre morti, uno si era completamente ripreso mentre gli altri erano ancora in quarantena.

Ha aggiunto: «Il Governo ha formato un team di professionisti che al momento sta indagando su questa malattia sconosciuta». Il presidente della Tanzania, Samia Suluhu Hassan ha affermato: «Questa "strana" malattia potrebbe essere stata causata dalla "crescente interazione" tra esseri umani e animali selvatici, come i pipistrelli».

Terni, infermieri in prima linea:«Abbiamo regalato un sorriso ai malati anche con le tute anti Ebola»

Ultimo aggiornamento: 16 Luglio, 10:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci