Covid, in Puglia contagi in crescita tra i bambini. Emiliano: «Le famiglie possono richiedere la Dad»

Lunedì 5 Aprile 2021
Covid, in Puglia contagi in crescita tra i bambini. Emiliano: «Le famiglie possono richiedere la Dad»

Numeri in aumento, anche tra i più piccoli. Lo scorso marzo in Puglia sono stati rilevati 589 contagi Covid-19 tra i bimbi da 0 a 2 anni, con un incremento dalla prima all'ultima settimana del mese pari al 32%: è quanto evidenziato in una relazione tecnica allegata all'ordinanza con la quale, il governatore pugliese, Michele Emiliano, ha concesso la possibilità alle famiglie di chiedere la Dad per i propri figli. Rispetto alla prima e seconda ondata, quindi, c'è stato un forte incremento di contagiati tra i bambini più piccoli, secondo gli esperti la causa è da rintracciarsi nella maggiore contagiosità della variante inglese.

Ho appena emanato l’ordinanza che consente alle famiglie pugliesi che lo desiderano di tutelare la loro salute attraverso la libera richiesta di didattica digitale integrata.

Pubblicato da Michele Emiliano su Domenica 4 aprile 2021

Sempre in Puglia la variante inglese è ormai presente quasi nel 93% dei casi: «I dati riportati nella relazione tecnica ISS, mostrano che, in Regione Puglia, con riferimento alla survey condotta in data 16 marzo 2021, è stimabile una prevalenza della variante lineage B.1.1.7 (inglese) pari al 92,9% dei campioni esaminati, la seconda più elevata tra tutte le regioni dopo la Valle d'Aosta», ha spiegato Emiliano.

Scuola verso riapertura: dalla Lombardia al Lazio, ecco chi tornerà in aula il 7 aprile

In Farmacia per i test seriologici di bambini 0-6 anni. Ecco come prenotarsi

«La Regione Puglia è ancora interessata da un incremento del numero di contagi, che si associa ad una circolazione virale sostenuta tra i soggetti in età scolare», ha scritto ancora il governatore. «Tale circostanza - si legge - impone il mantenimento di stringenti iniziative di carattere preventivo, attraverso misure finalizzate alla massima limitazione dei contatti interpersonali, per contenere il rischio di un ulteriore incremento dei contagi». La variazione più rilevante è associata all'incremento nella classe 14-18 anni (+16%), già caratterizzato da un elevato tasso di incidenza settimanale di 323 casi ogni 100.000 abitanti, e nella classe 11-13 anni (+9%)».

Scuole, due giorni di caos. I virologi: «Danno certo, riaprire così un errore»

 

 

Ultimo aggiornamento: 11:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA