Covid, perdita di capelli tra gli effetti collaterali: ne soffre un paziente su 5 (anche le donne)

Mercoledì 9 Giugno 2021 di Lorena Loiacono
Covid, perdita di capelli tra gli effetti collaterali: ne soffre un paziente su 5 (anche tra le donne)

Tra gli effetti indesiderati del post Covid ce n'è uno che, dal punto di vista psicologico, riesce a minare la ripresa del paziente. Si tratta della perdita di capelli: ne soffre un paziente su 5, secondo recenti studi si potrebbe arrivare anche a uno su 3. Soprattutto le donne. Sono tantissime infatti le persone che, oggi, dopo la prima infezione da Covid si ritrovano con i capelli diradati, si accorgono di averne persi troppi rispetto alla normalità. E così lo stress, in quello che viene ormai riconosciuto come il Long Covid per i suoi lunghi effetti sulla salute anche dopo la guarigione, si fa sentire.

 

Open Day AstraZeneca, stop a Napoli: Pfizer o Moderna agli over 18. Ora anche il Cts frena

 

Sos capelli: dermatologi a confronto 

Se ne è discusso al 94esimo Congresso Sidemast, la Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse, ponendo l'accento sul fatto che oltre il 30% delle persone che contraggono l'infezione da Covid-19 registra un'importante caduta di capelli, in alcuni casi anche di intere ciocche. La maggior parte avverte un indebolimento e diradamento dei capelli.

 

 

Effetto traumatico del Covid

La caduta dei capelli post-Covid rientra nel "telogen effluvium acuto": comporta la perdita dai 100 ai 200 capelli al giorno. Esattamente quel che può accadere dopo un evento traumatico. E il Covid rispecchia perfettamente questa condizione. A Bologna è stata creata anche una task force, con gli scienziati di tutto il mondo, per rilevare e studiare tutti i casi di caduta di capelli dopo l'infezione da Covid-19.

 

Varianti, quali le più contagiose e più a rischio reinfezioni? Alfa, Beta, Delta e Gamma: pericoli ed efficacia vaccino, cosa sappiamo (e cosa no)

 

Anche un nuovo studio del Lancet Journal ha dimostrato che nel post Covid i pazienti avvertono la perdita di capelli, avviene così per una persona su cinque. Nello studio del Lancet Journal su 1.655 persone, 359 hanno riferito di aver perso i capelli dopo aver contratto il Covid-19: vale a dire il 22%. Il diradamento delle ciocche interessa le zone tipiche della calvizie e l'attaccatura dei capelli.

 

 

 

Caduta a distanza ma transitoria 

Nella maggior parte dei casi, 9 su 10, la perdita di capelli si presenta dopo due o tre mesi dalla guarigione e si pensa sia dovuta a tutte quelle condizioni tipiche della malattia, come lo stare allettati molto a lungo, il dimagrimento, l'ipo-ossigenazione, i farmaci e lo stress per l'organismo.

 

La cura

Le terapie sono a base di cortisonici locali e integratori alimentari a base di antiossidanti. E' fondamentale prendersi cura dei capelli anche dall'esterno, lavandoli bene e con delicatezza. Si tratta comunque di una caduta transitoria.

 

 

Ultimo aggiornamento: 21:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA