Covid Italia, bollettino oggi 28 ottobre: 24.991 casi e 205 morti (+125 terapie intensive). Quasi 200mila tamponi

Mercoledì 28 Ottobre 2020
Covid Italia, bollettino oggi 28 ottobre

La situazione Covid in Italia in base al bollettino di ieri 28 ottobre 2020. I nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore sono stati 24.991 (ieri erano 21.994)  per un totale di 198.952 tamponi processati (rispetto ai 174.398 del giorno prima). Stabilmente sopra quota 200 il numero di morti (205) che arrivano a 37.905. Il tasso di positività, ovvero il rapporto tra i positivi e il numero di tamponi effettuati è al 12,5% (il giorno prima era al 12,6%). Le persone ricoverate in terapia intensiva superano quota 1.500 (+125). Gli attualmente positivi sono 276.457 (+21.367), mentre 275.404 i guariti (+3.416).

Covid Lazio, bollettino di oggi 28 ottobre: 1.963 nuovi casi (993 a Roma) e 19 morti

Per la prima volta il numero degli attualmente positivi (compresi i ricoverati con sintomi, le terapie intensive e i malati in isolamento domiciliare) ha superato il numero dei guariti. Il dato degli attualmente positivi è aumentato moltissimo negli ultimi giorni: soltanto il 20 ottobre erano 142.739 a fronte di 255.005 guariti. Il 25 agosto, ad esempio, i positivi erano 19.714 a fronte di 206.015 guariti. Record di casi in Lombardia (+7.558), che si conferma ancora una volta la regione più colpita dalla pandemia. Seguono il Piemonte (+2.827) e la Campania (+2.427). Sopra la soglia dei duemila casi al giorno anche il Veneto con 2.143 nuovi casi. 

 

Covid Italia, i dati regione per regione

Lombardia, 7.558 casi e 47 decessi

Sono 7.558 i nuovi positivi con 41.260 tamponi effettuati, per una percentuale pari al 18,3%. Nella sola città di Milano i casi registrati sono stati 1.092.

 

Campania, 2.761 casi e 17 morti

Frena l'incremento giornaliero dei contagi Covid rispetto al record di ieri, quando sono stati rilevati 2.761 nuovi positivi su 14.781. Oggi il bollettino registra 2.427 casi, di cui solo 31 sintomatici, su 15.030 tamponi. Ben 17 le nuove vittime (decedute tra il 24 e il 27 ottobre) che portano il totale a 624, e 365 i guariti nelle ultime 24 ore. Il report dei posti letto su base regionale segnala 143 degenze in terapia intensiva (su 227 attivabili) e 1.218 posti di degenza occupati su 1.500 attivabili.

 

Veneto, 2.143 casi e 11 morti

Il Veneto sfonda i 2.000 casi giornalieri di Covid-19, con 2.143 nuovi contagi nelle ultime 24 ore, che portano il totale da inizio pandemia a 49.135 malati. Il Bollettino regionale registra inoltre 11 decessi, con totale a 2.355. Gli attuali positivi sono 21.600; in isolamento domiciliare vi sono 15.993 persone (+1.326), di cui 6.949 positive (+532) e 480 sintomatici. Cresce la pressione sugli ospedali, con 802 ricoverati nei reparti non critici (+53) e 94 (+6) nelle terapie intensive.

Covid, scoperto il tessuto che resiste al virus: può essere usato per giacche o sedili

Lazio, 1.963 casi e 19 morti

Su quasi 23mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 1.963 casi positivi, 19 decessi e 140 guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è 8,5%. I nuovi casi a Roma sono 993. Sono i dati che emergono dal bollettino odierno della Regione Lazio. Nella Asl Roma 1 sono 349 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi a domicilio e trenta sono ricoveri. Si registrano cinque decessi di 67, 76, 82, 85 e 92 anni con patologie.

 

 

Nella Asl Roma 2 sono 454 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Centocinquantanove i casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano quattro decessi di 80, 83, 86 e 103 anni con patologie. Nella Asl Roma 3 sono 190 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Quattro sono ricoveri. Si registra un decesso di 72 anni con patologie.

Nella Asl Roma 4 sono 109 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto e un caso con link al cluster della RSA Gonzaga di Ladispoli dove è in corso l’indagine epidemiologica. Sei casi sono stati individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Si registra un decesso di 91 anni con patologie. Nella Asl Roma 5 sono 111 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi di 78 e 90 anni con patologie. Nella Asl Roma 6 sono 189 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre i decessi di 66, 78 e 85 anni con patologie. Nelle province si registrano 561 casi e sono tre i decessi nelle ultime 24h.

Nella Asl di Latina sono centotrentanove i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 90 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano duecentoquarantadue nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Ventidue sono i casi ricoverati. Si registra un decesso di 73 anni con patologie.

Nella Asl di Viterbo si registrano centotrentasei nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 74 anni con patologie. Nella Asl di Rieti si registrano quarantaquattro nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto”.

Toscana, 1.708 casi e 7 morti

In Toscana sono oggi 1.708 i nuovi positivi al Coronavirus su un totale di 36.992 contagiati da inizio epidemia. I nuovi casi sono il 4,8% in più rispetto al totale del giorno precedente quando l'aumento era stato di 1.823 positivi. Sale l'età media dei casi odierni: è di 48 anni circa contro i 44 di ieri. I guariti crescono del 2,9% e raggiungono quota 13.335. I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.041.270, 13.811 in più rispetto a ieri. Sono 8.156 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 20,9% è risultato positivo: ieri i soggetti testati erano stati di più, 8.439, di cui il 21,6% positivo. Aumenta di 64 i ricoverati, che raggiungono quota 987, di cui 130 in terapia intensiva, + 11. Oggi si registrano 7 nuovi decessi: 4 uomini e 3 donne con un'età media di 82,3 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 1 a Firenze, 1 a Prato, 1 a Pistoia, 2 a Pisa, 1 a Livorno, 1 a Arezzo. In totale da inizio epidemia ci sono stati 1.297 pazienti deceduti.

Puglia, 772 casi e 13 morti

Sono stati registrati 772 casi positivi oggi mercoledì 28 ottobre in Puglia su 6.437 test per l'infezione da Covid-19, con un nuovo aumento (ieri erano 611 casi). E ci sono 13 nuovi decessi. Quasi la metà dei nuovi positivi sono in provincia di Bari (359); poi 117 in provincia di Foggia, 127 in provincia di Taranto, 86 nella provincia Bat, 39 in provincia di Lecce e, pure, 39 in provincia di Brindisi; 4 i residenti fuori regione e 1 in provincia non nota. Le morti sono 7 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Bari e una ciascuna nelle province di Brindisi, Bat e Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 537.592 test; 6.217 sono i pazienti guariti; il totale dei casi positivi Covid in Puglia è 16.353 e i casi attualmente positivi sono 9.437.

 

Abruzzo, 434 casi e 2 morti

Sono 434 i nuovi casi di coronavirus accertati con i test delle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall'analisi di 3.980 tamponi: è risultato positivo il 10,9% dei campioni analizzati. Ancora una volta è record di contagi e di tamponi in 24 ore. Oltre novemila i casi complessivi dall'inizio dell'emergenza ad oggi, la maggior parte dei quali riguardanti la seconda ondata. Si registrano due decessi recenti: il bilancio delle vittime sale a 534. Aumentano i ricoveri e le terapie intensive. Dei nuovi casi, 120, cioè il 27,6%, sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti. I nuovi positivi hanno età compresa tra sette mesi e cento anni. Quelli con età inferiore ai 19 anni sono 70: 24 in provincia dell'Aquila, dieci in provincia di Pescara, quattro in provincia di Chieti e 32 in provincia di Teramo. I due decessi recenti riguardano una 87enne di Pescara e una 86enne di Chieti. I casi complessivi in Abruzzo arrivano a 9.193: 2.487 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+154 rispetto a ieri), 1.752 in provincia di Chieti (+44), 2.603 in provincia di Pescara (+51), 2.186 in provincia di Teramo (+170), 59 fuori regione (invariato) e 106 (+15) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Friuli Venezia Giulia, 406 casi e 4 morti

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati effettuati 5573 tamponi, 406 i nuovi contagi e quattro i decessi da Covid-19. Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 9.142, di cui: 2.992 a Trieste, 3.373 a Udine, 1.767 a Pordenone e 926 a Gorizia, alle quali si aggiungono 84 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione sono 3.766. Salgono a 35 i pazienti in cura in terapia intensiva e a 146 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 382, con la seguente suddivisione territoriale: 204 a Trieste, 85 a Udine, 82 a Pordenone e 11 a Gorizia. I totalmente guariti sono 4.994, i clinicamente guariti 34 e le persone in isolamento 3.551.

Calabria, 196 casi

Sempre in crescita, ma in leggero calo rispetto a ieri, i nuovi contagi da Covid-19 in Calabria. Nelle ultime 24 ore sono state riscontrate 196 positività (ieri erano 234) a fronte di 2.655 persone testate con 3.267 tamponi fatti. In crescita anche i ricoverati: in terapia intensiva sono 11 (+2) e in malattie infettive 120 (+3); gli isolati a domicilio sono 2.373 (+174). I casi attivi sono 2.504 (+179) e i guariti 1.785 (+17). Le vittime 111. Dall'inizio della pandemia, i positivi sono 4.400 con 263.352 soggetti testati e 266.246 tamponi fatti. Lo riporta il bollettino giornaliero della Regione Calabria. Territorialmente, dall'inizio dell'epidemia, i casi positivi sono distribuiti a: Cosenza: casi attivi 717 (44 in reparto; 5 in terapia intensiva, 668 in isolamento domiciliare); casi chiusi 636 (597 guariti, 39 deceduti). Catanzaro: casi attivi 298 (28 in reparto; 2 in terapia intensiva; 268 in isolamento domiciliare); casi chiusi 337 (301 guariti, 36 deceduti). Crotone: casi attivi 71 (71 in isolamento domiciliare); casi chiusi 161 (155 guariti, 6 deceduti). Vibo Valentia: casi attivi 37 (5 ricoverati ,32 in isolamento domiciliare); casi chiusi 122 (116 guariti, 6 deceduti). Reggio Calabria: casi attivi 1149 (43 in reparto; 4 in terapia intensiva; 1102 in isolamento domiciliare); casi chiusi 523 (500 guariti, 23 deceduti). Altra Regione o stato Estero: casi attivi 232 (232 in isolamento domiciliare); casi chiusi 117 (116 guariti, 1 deceduto). I casi confermati oggi sono suddivisi a Cosenza 51, Catanzaro 57, Crotone 3, Vibo Valentia 1, Reggio Calabria 84. Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza su territorio regionale sono in totale 723.

Basilicata, 161 casi e 47 morti

Tre decessi e 161 casi positivi (anche se sono 120 quelli che riguardano lucani) su 1.451 tamponi analizzati in un giorno in Basilicata: quelli diffusi oggi dalla task force regionale continuano a essere numeri in crescita. Trentotto positività al Covid riguardano cittadini pugliesi che hanno fatto il test in Basilicata. Con gli ultimi tre decessi, il totale delle vittime lucane è salito a quota 47, mentre quello delle persone ricoverate negli ospedali della Basilicata è passato da 75 a 80, con sette in terapia intensiva (due al San Carlo di Potenza e cinque al Madonna delle Grazie di Matera). Attualmente sono 1.073 (rispetto alle 967 dell'ultimo aggiornamento) le persone residenti in Basilicata positive al coronavirus, delle quali 993 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria, in Basilicata sono guarite 591 persone (nove ieri) e sono stati analizzati 99.466 tamponi, 97.332 dei quali sono risultati negativi.

Valle D'Aosta, 63 positivi e 1 morto

Sono 63 i nuovi casi Covid in Valle D'Aosta, con un decesso. Il numero totale dei positivi a arriva a 1.430 mentre il numero di morti sale a 157. Dei 1.430 nuovi casi, 107 sono ricoverati in ospedale, di cui 7 in terapia intensiva e 1.316 in isolamento domiciliare. I malati da inizio epidemia a oggi sono 2.803, i guariti 1.216, i tamponi ad oggi eseguiti 39.314. A darne notizia il bollettino di aggiornamento sanitario della Regione.

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre, 08:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA