Covid Italia, bollettinoi: crescono contagi (+1.640) e morti (+20). Terapie intensive a quota 244

Mercoledì 23 Settembre 2020
Covid Italia, bollettino di oggi: crescono contagi (1.640) e morti (20)

Covid Italia, il bollettino di oggi 23 settembre 2020. Sono 1.640 i nuovi casi di coronavirus in Italia, dato di nuovo in aumento rispetto ai 1.392 di ieri. I morti sono 20 (ieri erano 14). Crescono anche i pazienti in terapia intensiva che raggiungono quota 244, per un incremento di 5 unità rispetto a ieri.

CLICCA QUI per scaricare il bollettino in Pdf


I dati delle Regioni


Lazio

«Su oltre 9mila tamponi, oggi nel Lazio si registrano 195 casi» di positività a Sars-CoV-2. «Di questi, 135 sono a Roma», mentre sono «3 i decessi». Lo comunica l'assessore alla Sanità e Integrazione socio-sanitaria Alessio D'Amato, che invita a «mantenere alta l'attenzione: ci attendiamo un lieve incremento dell'indice Rt, ma sotto il valore 1».
 

Covid Lazio, il bollettino: 195 casi, solo a Roma 135. D'Amato: "Al Sant'Eugenio nuovo drive-in per bimbi da 0 a 6 anni"

"Su oltre 9 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 195 casi di questi 135 sono a Roma e tre i decessi. Bisogna mantenere alta l'attenzione, ci attendiamo lieve incremento RT, ma sotto il Valore 1", dichiara l'assessore D'Amato. DRIVE IN PEDIATRICI "Dal 24 settembre saranno distribuite le prime 400 mila dosi del vaccino antinfluenzale alle Asl.


 


Veneto

Il Veneto registra 150 nuovi casi di positività al coronavirus nelle ultime 24 ore e due vittime, che portano il dato complessivo dei morti a 2.167. Il numero totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia tocca quota 26.154. Lo afferma il bollettino della Regione. Sale anche il numero dei pazienti in terapie intensiva, 22 (+2). Le persone attualmente positive sono 3.155 (+12).
 
 

Lombardia

Sono 196 rispetto a ieri i nuovi casi positivi al coronavirus in Lombardia (di cui 29 'debolmente positivì e 6 a seguito di test sierologico) a fronte di 22.805 tamponi eseguiti (totale complessivo: 1.990.912.). In terapia intensiva. secondo i dati della Regione, sono 33 pazienti (-1) mentre quelli non in terapia intensiva sono 308 (+14). Non si registrano decessi (il totale complessivo è di 16.925). (ANSA).


Emilia Romagna

Sono 101 i nuovi casi di coronavirus in Emilia-Romagna, di cui la metà asintomatici individuati dalle attività di screening e contact tracing, su oltre 10mila tamponi e 1.900 test sierologici. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 46 anni. Il Sars-Cov2 miete un'altra vittima, si tratta di un uomo di 98 anni della provincia di Modena. Per quanto riguarda la situazione nel territorio, secondo il bollettino della Regione, il maggior numero di casi si registra nelle province di Bologna (17), Parma (14) e Reggio Emilia (12). Cala il numero dei pazienti in terapia intensiva, due in meno per un totale di 20, mentre negli altri reparti Covid ci sono due pazienti in più (187).


Sardegna

Due decessi e 49 nuovi casi di positività al Covid-19 si registrano in Sardegna nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale. I morti sono una donna di 62 anni, ricoverata a Nuoro e residente nel sassarese, deceduta il 21 settembre, ma inserita solo oggi nel report, e un uomo di 79 anni, ricoverato a Cagliari e residente nel Sud Sardegna, deceduto questa mattina. Le vittime salgono in tutto a 145. In aumento anche i pazienti ricoverati in ospedale, 100 ad oggi (+4), 21 sono in terapia intensiva, 1.624 le persone in isolamento domiciliare e 32 quelle in più guarite rispetto all'ultimo aggiornamento. In totale sono stati eseguiti 175.829 tamponi, con un incremento di 2.169 test. Dei 3.405 casi positivi complessivamente accertati, 550 (+14) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 336 (+3) nel Sud Sardegna, 242 (+4) a Oristano, 374 (+14) a Nuoro, 1.903 (+14) a Sassari.
 

Valle d'Aosta

Sono 10 i nuovi casi positivi al Covid in Valle D'Aosta. I casi positivi attuali salgono così a 58, di cui 4 ricoverati in ospedale e 54 in isolamento domiciliare. Da inizio pandemia i casi positivi sono 1284. I guariti sono 1079, i tamponi finora effettuati sono 27.977. Lo comunica il bollettino di aggiornamento trisettimanale della Regione.
 

Piemonte

È ancora alto il numero dei nuovi contagi da Coronavirus in Piemonte. Nelle ultime 24 ore, l'Unità di crisi regionale ne ha registrati 95, per un totale dall'inizio della pandemia che sale a 34.575 piemontesi. Registrato anche un decesso (4.157 da inizio emergenza). I nuovi guariti sono invece 35, con altri 399 in via di guarigione. I ricoverati in terapia intensiva sono 8, uno in più rispetto a ieri, 163 quelli non in terapia intensiva, uno in meno rispetto a ieri. Le persone in isolamento domiciliare sono 2.247. I tamponi diagnostici finora processati sono 682.282, di cui 379.273 risultati negativi.
 

 

 

Friuli Venezia Giulia

Le persone attualmente positive al coronavirus in Friuli Venezia Giulia sono 716 (5 più di ieri). Sei pazienti sono in cura in terapia intensiva, mentre 16 sono ricoverati in altri reparti. Non sono stati registrati nuovi decessi (350 in totale). Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Oggi sono stati rilevati 57 nuovi contagi; quindi, analizzando i dati complessivi dall'inizio dell'epidemia, le persone risultate positive al virus sono 4.461: 1.586 a Trieste, 1.467 a Udine, 995 a Pordenone e 397 a Gorizia, alle quali si aggiungono 16 persone da fuori regione.

Tra i nuovi casi: sette richiedenti asilo (5 a Gorizia); a Udine alcuni focolai familiari e uno a Sappada con sei positivi; a Trieste tre focolai familiari; a Pordenone due operatori di una Rsa e due focolai nell'area di Meduno e Spilimbergo; nell'isontino un focolaio a San Pier d'Isonzo. I totalmente guariti ammontano a 3.395, i clinicamente guariti sono 6 e le persone in isolamento 688. I deceduti sono 197 a Trieste, 77 a Udine, 69 a Pordenone e 7 a Gorizia.
 

Marche

Sono stati 32 i casi di contagio al coronavirus rilevati nelle Marche nell'ultima giornata nel percorso nuove diagnosi: 12 in provincia di Pesaro Urbino, 12 in provincia di Ascoli Piceno, tre in provincia di Ancona, due in provincia di Macerata, uno in provincia di Fermo e due fuori regione. In tutto, fa sapere il Gores, sono stati testati 1.497 tamponi: 829 nel percorso nuove diagnosi e 668 nel percorso guariti. I nuovi contagi riguardano tre persone rientrate dall'estero (Macedonia, Romania, Afghanistan), 11 per contatti in ambito domestico, quattro soggetti sintomatici, sei contatti stretti di casi positivi, tre casi riscontrati dallo screening nel percorso sanitario, uno rilevato dallo screening in ambiente lavorativo, uno in contesto assistenziale, un altro da fuori regione; altri due casi sono in fase di verifica.
 

Liguria

Sono 108 i nuovi casi positivi al coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Liguria, su 3766 tamponi effettuati in totale. Questo è il dato diffuso nel pomeriggio dalla task force regionale al lavoro per l'emergenza sul territorio ligure. Nel dettaglio, si tratta di 17 casi nella Asl 1 di Imperia: di loro 5 sono contatti di caso, 11 sono soggetti di rientro dall'estero, uno è emerso da attività di screening. La Asl 2 della provincia di Savona ha visto invece emergere 4 casi in 24 ore: 2 sono contatti di positivi, uno è stato registrato in una struttura socio sanitaria e un altro è emerso da attività di screening.

Sul territorio della Asl 3 genovese invece i casi sono 63: 40 sono contatti di caso confermato, 2 sono emersi in strutture socio sanitarie, 21 invece emergono da attività di screening. Nella Asl 5 della Spezia sono stati riscontrati 24 nuovi casi, 15 dei quali contatti di positivi confermati e 9 derivanti da attività di screening. Ad oggi complessivamente in Liguria i positivi totali sono 2947, sono invece 167 i pazienti ospedalizzati, due in più di ieri, 18 dei quali risultano a ricoverati nei reparti di terapia intensiva del territorio. Nelle ultime ore si sono registrati anche 2 decessi: il primo ha riguardato una donna di 81 anni ed è avvenuto presso l'ospedale di Albenga, nel savonese, il secondo una paziente di 98 anni deceduta presso l'ospedale di Sarzana.
 

Sicilia

Ottantanove nuovi casi e tre decessi oggi in Sicilia per il Covid 19. In tutto sono 2412 i positivi nell'isola e 64 tra dimessi e guariti. I dati sono contenuti nel bollettino giornaliero del Ministero della Salute. La Regione Siciliana precisa che nove degli 89 nuovi positivi di oggi sono ospiti della Missione Speranza e Carità di Biagio Conte, a Palermo, e uno è un migrante che si trova nell'hotspot di Lampedusa.
 

 

Calabria

«In Calabria ad oggi sono stati effettuati 187.925 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.887 (+19 rispetto a ieri), quelle negative sono 186.038». 505 casi attualmente attivi. «Territorialmente - prosegue- i casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: 10 in reparto; 1 in terapia intensiva; 64 in isolamento domiciliare; 191 guariti; 33 deceduti. Cosenza: 10 in reparto; 3 in terapia intensiva; 114 in isolamento domiciliare; 477 guariti; 34 deceduti. Reggio Calabria: 5 in reparto; 109 in isolamento domiciliare; 318 guariti; 19 deceduti. Crotone: 22 in isolamento domiciliare; 117 guariti; 6 deceduti. Vibo Valentia: 2 in reparto; 17 in isolamento domiciliare; 85 guariti; 5 deceduti Altra Regione o Stato Estero: 245 (nel totale è compresa anche la persona deceduta al reparto di rianimazione di Cosenza che era residente fuori regione)».

Poi il bollettino evidenzia: «I ricoverati del setting «Fuori regione» e dei migranti sono stati inseriti nei conteggi dei rispettivi reparti di degenza. Complessivamente i ricoveri presso l'Ospedale di Catanzaro sono 10 di cui 5 sono riferiti a persone non residenti. I ricoverati presso l'AO di Cosenza sono 9; di questi tre sono »non residenti«, mentre la paziente dimessa a Cosenza è stata inserita nel setting «fuori regione».

Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture che nel tempo sono stati dimessi. I 4 casi di Catanzaro sono riconducibili a focolaio noto. A Cosenza si registrano 9 nuovi casi, di cui 3 riconducibili al focolaio noto di Corigliano Rossano; 3 casi sono riconducibili al focolaio noto di Cosenza, residenti nel distretto Valle Crati. Gli altri casi sono: un contatto di un caso registrato in un'altra regione, un migrante e un caso di screening con indagine in corso».

Dall'ultima rilevazione, conclude il bollettino, «le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 1.476. Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale».

Ultimo aggiornamento: 23:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA