Covid, il bollettino di oggi: 7.975 contagi e 65 morti. Tasso di positività al 2,9%

Ieri sono stati 12.932 i positivi ai test Covid. Sono state 47 le vittime in un giorno

Lunedì 29 Novembre 2021
Covid, il bollettino di oggi: 7.975 contagi e 65 morti. Tasso di positività al 2,9%

Bollettino Covid di oggi, lunedì 29 novembre 2021: sono 7.975 i contagi registrati in 24 ore e 65 i morti. Ieri sono stati 12.932 i positivi ai test Covid individuati in 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute, mentre sabato erano stati 12.877. Ieri sono state invece 47 le vittime in un giorno, in calo rispetto a sabato, quando erano state 90.

Sono 189.643 gli attualmente positivi al Covid in Italia, secondo i dati del ministero della Salute, 3.200 in più nelle ultime 24 ore. Dall'inizio della pandemia i casi totali sono 5.015.790, i morti 133.739. I dimessi e i guariti sono invece 4.692.408, con un incremento di 4.707 rispetto a ieri.

Le Regioni con più contagi sono il Veneto (1.265), l'Emilia Romagna (1.223), il Lazio (1.121), la Lombardia (851) e la Campania (820).

 

Tasso di positività al 2,9%

Sono 276 mila i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 512.592. Il tasso di positività è al 2,9%, in aumento rispetto al 2,5% di ieri. Sono invece 669 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 31 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 58. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 5.135, ovvero 171 in più rispetto a ieri.

 

Zaia: rischio zona gialla dalla prossima settimana

«Siamo ancora in piena pandemia: la settimana prossima potremmo rischiare di passare in zona gialla e dobbiamo tutti essere più prudenti e assumere comportamenti virtuosi». Lo ha affermato il presidente del Veneto, Luca Zaia, intervenendo stamani al Consiglio regionale, impegnato nella sessione di bilancio. «L'arma più potente che abbiamo - ha proseguito Zaia - sono i vaccini. La campagna vaccinale ha quasi raggiunto l'86% della popolazione. Ci troviamo quindi davanti a uno scenario nuovo: a parità di contagi quotidiani, abbiamo un quarto di ricoveri rispetto al passato. Pur tuttavia, anche la vita amministrativa deve continuare e ci apprestiamo ad approvare il bilancio in uno scenario emergenziale, anche se si sono registrati segnali incoraggianti di una ripresa economica. Lo sforzo fatto non è stato indifferente. Il 'sentiment' delle imprese è ora positivo, anche se ci vuole stabilità dei mercati e libertà di movimento, in un mondo ormai globalizzato, soprattutto con riferimento al Veneto, una regione - ha concluso - molto legata al mercato internazionale».

 

Vaccino ai bambini, perché serve, effetti collaterali e dosi: il vademecum del Bambin Gesù di Roma

Vaccino ai bambini (5-11 anni), Locatelli: «Via il 23 dicembre. Quarta dose per gli adulti? Non la escludo»

 

 

I dati delle Regioni

Veneto

Sono stati 1.265 i nuovi positivi in veneto nelle ultime 24 ore, con il totale da inizio pandemia che sale quindi a 514.796. Gli attualmente positivi continuano a salire, con 29.768 persone in isolamento. Mentre sono 6 le vittime del virus nelle ultime 24 ore, per un totale dei decessi che sale a 11.953 vittime dall'inizio della pandemia il 21 febbraio 2020.

 

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 2.328 tamponi molecolari sono stati rilevati 156 nuovi contagi con una percentuale di positività del 6,7%. Sono inoltre 5.830 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 25 casi (0,42%). Oggi si registrano i decessi di 6 persone: si tratta di un uomo di 88 anni e uno di 83, entrambi di Trieste (Ospedale), una donna di 95 anni di Udine (Ospedale), una di 89 di Gorizia (Ospedale), un uomo di 78 anni di Chions (Ospedale) e infine una donna di 75 di Pordenone (Ospedale). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 25, i pazienti in altri reparti sono 291. Lo comunica il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 3.974, con la seguente suddivisione territoriale: 911 a Trieste, 2.043 a Udine, 703 a Pordenone e 317 a Gorizia. I totalmente guariti sono 119.381, i clinicamente guariti 182, mentre quelli in isolamento risultano essere 6.728. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 130.581 persone con la seguente suddivisione territoriale: 30.602 a Trieste, 56.688 a Udine, 25.325 a Pordenone, 16.167 a Gorizia e 1.799 da fuori regione. Per quanto riguarda il sistema sanitario regionale, è stata rilevata la positività di un logopedista, un infermiere e un medico dell'Azienda sanitaria universitaria Friuli centrale; di un infermiere e un operatore socio sanitario dell'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina; di un'ostetrica all'Irccs Burlo Garofolo di Trieste. Infine, sono stati rilevati tre casi tra gli ospiti delle residenze per anziani presenti in regione (Grado e Pordenone) mentre risulta essere positivo un operatore all'interno delle strutture stesse (Trieste).

 

Lombardia

Sono 851 i nuovi positivi al Covid registrati in Lombardia nelle ultime 24 ore e 8 i decessi, portando così a 34.357 il totale di vittime dall'inizio della pandemia. Lo rende noto la Regione. I tamponi effettuati sono 44.047, mentre il rapporto test\positivi è di 1,9%. Salgono i ricoveri in terapia intensiva: sono 99 (+8) mentre i pazienti ricoverati non in terapia intensiva aumentano a 817 (+28).

Per quanto riguarda le province, sono 223 i positivi segnalati a Milano (di cui 86 a Milano città), 75 a Bergamo, 123 a Brescia, 58 a Como, 18 a Cremona, 16 a Lecco, 10 a Lodi, 38 a Mantova, 106 a Monza, 26 a Pavia, 11 a Sondrio e 115 a Varese.

 

Emilia Romagna

Sono 1.223 i nuovi casi di positività al Coronavirus riscontrati in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore sulla base di circa 20mila tamponi messi a referto. Mentre i casi attivi tornano a superare quota 20mila (il 96,4% in isolamento domiciliare), aumentano i ricoverati che sono 69 in terapia intensiva (sette in più di ieri) e 660 negli altri reparti Covid (28 in più di ieri). Si contano anche sette nuovi decessi: fra le vittime anche un uomo di 57 anni residente nel Forlivese. Circa metà dei nuovi positivi (566) sono asintomatici. Le altre sei vittime sono una donna di 83 e un uomo di 88 anni nel Bolognese, un uomo di 71 anni nel Ferrarese, una donna di 96 nel Ravennate, un 83enne di Rimini e un uomo di 82 anni, residente fuori regione, il cui caso è stato diagnosticato a Cesena. In termini assoluti il numero maggiore di nuovi positivi è nella provincia di Bologna, 321, 49 dei quali nel circondario Imolese, seguita da Rimini (178) e Forlì-Cesena (157). Prosegue intanto la campagna vaccinale, anche con particolare riferimento alle terze dosi che, in Regione, hanno superato il mezzo milione.

 

Piemonte

L'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 456 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 301 dopo test antigenico), pari all'1 % di 45.401 tamponi  eseguiti, di cui 41.606 antigenici. Dei 456 nuovi casi gli asintomatici sono 320(70,2%). I casi sono 295 di screening, 123 contatti di caso, 38 con indagine in corso. Il totale dei casi positivi diventa 402.344 di cui 33.056 Alessandria, 19.423 Asti, 12.683 Biella, 57.668 Cuneo, 31.213 Novara, 214.232 Torino, 14.918 Vercelli, 14.411 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 1.668 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 3.072 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 34(+1 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 379(+22 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 9.570. I tamponi diagnostici finora processati sono 9.815.924(+ 45.401 rispetto a ieri), di cui 2.498.764risultati negativi.

Quattro decessi di persone positive al test del Covid-19, nessuna di oggi, sono stati comunicati dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte. Il totale diventa quindi 11.886deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia:1.593 Alessandria, 725 Asti, 439 Biella, 1.469 Cuneo, 953 Novara,5.677 Torino, 546 Vercelli, 377 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 107 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte. I pazienti guariti diventano complessivamente 380.475 (+282 rispetto a ieri), 30.875 Alessandria, 18.212 Asti, 11.994 Biella, 54.848 Cuneo, 29.628 Novara, 203.172 Torino, 14.071 Vercelli, 13.565 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 1.536 extraregione e 2.574 in fase di definizione.

 

Toscana

Sono 328 i nuovi casi di Covid-19 confermati in Toscana nelle ultime ventiquattro ore a seguito di 4.732 tamponi molecolari e 7.878 test rapidi effettuati, di cui il 2,6 per cento (compresi gli esami di controllo) è risultato positivo. Salgono dunque a 300.975 i casi registrati nella regione dall'avvio dell'emergenza sanitaria (lo 0,1 per cento in più rispetto al giorno prima). Ma più numerosi sono stati nelle ultime ventiquattro ore i guariti - 602, lo 0,2 per cento in più rispetto alla precedente rilevazione: 284.747 dall'inizio, il 94,6 per cento tra chi si è ammalato - e si tratta di guarigioni a tutti gli effetti, virali, certificate con tampone negativo. Oggi non si registrano nuovi decessi. Sono questi, in sintesi, i dati accertati alle 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione civile nazionale e che misurano l'andamento dell'epidemia in Toscana. Dei 328 nuovi casi - 73 nell'Asl Centro, 145 nella Nord Ovest, 110 nella Sud est - 321 sono stati confermati con tampone molecolare e 7 con test rapido, su 3.836 persone complessivamente sottoposte a controllo di cui l'8,6 per cento ha confermato la presenza del virus.

Al momento le persone positive in Toscana sono dunque 8.829, il 3 per cento in meno rispetto al giorno prima. Di questi sono ricoverati in ospedale in 311 (sedici in più rispetto a ieri, più 5,4 per cento), di cui 51 in terapia intensiva (cinque in più nelle ventiquattro ore, cresciuti del 10,9 per cento). L'età media dei 328 nuovi positivi odierni è di 40 anni circa: il 27 per cento ha meno di 20 anni, il 19 per cento tra 20 e 39, il 30 per cento tra 40 e 59, il 21 per cento tra 60 e 79 e il 3 per cento più di ottanta. L'andamento per provincia Con gli ultimi casi salgono a 83.011 i positivi dall'inizio dell'emergenza nei comuni della Città metropolitana di Firenze (29 in più rispetto a ieri), 27.356 in provincia di Prato (9 in più), 28.534 a Pistoia (33 in più), 15.788 a Massa Carrara (36 in più), 30.456 a Lucca (31 in più), 35.277 a Pisa (27 in più), 22.424 a Livorno (53 in più), 26.939 ad Arezzo (47 in più), 18.104 a Siena (24 in più) e 12.531 a Grosseto (39 in più). A questi vanno aggiunti 555 casi di positività notificati in Toscana ma che riguardano residenti in altre regioni.

La Toscana si trova all'undicesimo posto in Italia come numerosità di casi complessivi dall'inizio della pandemia (tra residenti e non residenti), con circa 8.205 ogni 100 mila abitanti (la media italiana è 8.451, dato di ieri). La provincia di notifica con il tasso più alto rimane Prato (con 10.684 casi ogni 100 mila abitanti), seguita da Pistoia (9.812) e Pisa (8.471). La più bassa concentrazione si conferma a Grosseto (con un tasso di 5.734). Complessivamente oggi ci sono 8.518 persone in isolamento a casa, con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o che risultano addirittura prive di sintomi (290 in meno rispetto a ieri, meno 3,3 per cento). Sono 19.346 (449 in più rispetto a ieri, più 2,4%) le persone, anch'esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 6.067, Nord Ovest 8.164, Sud Est 5.115).

I decessi Nel bollettino di oggi non si registrano nuovi decessi. Restano dunque 7.399 i deceduti dall'inizio dell'epidemia: 2.387 nella Città metropolitana di Firenze, 655 in provincia di Prato, 687 a Pistoia, 546 a Massa Carrara, 700 a Lucca, 743 a Pisa, 429 a Livorno, 566 ad Arezzo, 368 a Siena e 222 a Grosseto. Vanno aggiunte 96 persone decedute sul suolo toscano ma residenti fuori regione. Il tasso grezzo di mortalità per Covid-19 (numero di deceduti su popolazione residente) è al momento 201,7 ogni 100 mila residenti, contro 225,6 della media italiana. La Toscana è undicesima tra le regioni. Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (287,6 ogni 100 mila abitanti), seguita da Prato (255,8) e Firenze (242,1) mentre il più basso è a Grosseto (101,6).

 

Marche

Effetto domenica sulla rilevazione dei positivi nelle Marche, con meno tamponi processati nella giornata festiva e di conseguenza meno positivi: i nuovi casi sono 181 su 1.252 tamponi esaminati del percorso diagnostico screening con una positività del 14,5%. Sono 2.209 i tamponi totali, a cui si aggiungono 757 test antigenici con 70 positivi da confermare con tampone molecolare. Il tasso di incidenza cumulativo su 100mila abitanti sale però a 177,56. Le fasce di età più rappresentate sono 45-59 anni con 49 casi e 25-44 con 43 casi. Ma tra i ragazzi in età scolare ci sono 13 casi per 6-10anni, altri 13 per 11-13 anni, 16 per 14-18 anni. Quattordici i casi per la fascia di età 60-69. La provincia con il maggiore numero di nuovi contagi è Pesaro Urbino con 88, seguita da Ancona con 52, Macerata con 22, Fermo con 8, Ascoli Piceno con 4, oltre a 7 casi fuori regione. I 181 nuovi casi comprendono 41 soggetti sintomatici, 62 contatti domestici, 38 contatti stretti con casi positivi, 3 positivi in setting scolastico/formativo.

 

Lazio

Sono 1.121 i positivi ai test Covid individuati in 24 ore, secondo i dati della Regione, 5 le vittime in un giorno. «Oggi nel Lazio su 11.719 tamponi molecolari e 18.158 tamponi antigenici per un totale di 29.877 tamponi, si registrano 1.121 nuovi casi positivi (-134), sono 5 i decessi (+1), 735 i ricoverati (+19), 97 le terapie intensive (+3) e +689 i guariti - ha comunicato l'assessore D'Amato -. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 3,7%. I casi a Roma città sono a quota 572. ieri oltre 27 mila vaccini somministrati con un incremento del 90% rispetto alla settimana precedente. da questa sera alla mezzanotte aperte le prenotazioni sul portale per gli over 18 anni».

Asl Roma 1: sono 238 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h.

Asl Roma 2: sono 381 i nuovi casi e 2 i decessi nelle ultime 24h.

Asl Roma 3: sono 34 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h.

Asl Roma 4: sono 27 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h.

Asl Roma 5: sono 148 i nuovi casi e 2 i decessi nelle ultime 24h.

Asl Roma 6: sono 132 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h.

Nelle province si registrano 161 nuovi casi:

Asl di Frosinone: sono 30 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h.

Asl di Latina: sono 76 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h.

Asl di Rieti: sono 7 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h.

Asl di Viterbo: sono 48 i nuovi casi e 1 decesso nelle ultime 24h.

 

 

Abruzzo

Sono 39 (di età compresa tra 10 e 77 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza a 87502. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 3 nuovi casi (di età compresa tra 69 e 91 anni, tutti residenti in provincia di Teramo) e sale a 2589. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 80740 dimessi/guariti (+174 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 4173 (-138 rispetto a ieri). Lo comunica l'Assessorato regionale alla Sanità precisando che nel totale sono ricompresi anche 753 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall'inizio dell'emergenza, sui quali sono in corso verifiche. Centonove pazienti (+3 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 10 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 4054 (-142 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 806 tamponi molecolari (1577706 in totale dall'inizio dell'emergenza) e 4904 test antigenici (1330676). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 0.68 per cento. Del totale dei casi positivi, 22274 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+3 rispetto a ieri), 22011 in provincia di Chieti (-2 per riallineamento), 20791 in provincia di Pescara (+9), 21578 in provincia di Teramo (+30), 707 fuori regione (+1) e 141 (-2) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

 

Campania

Sono 820 i nuovi positivi al Covid in Campania, su 16.193 test esaminati: come ogni lunedì il minor numero di tamponi effettuato di domenica fa aumentare il tasso di incidenza, che balza al 5,06% contro il 3,87 del giorno precedente. Sono undici le nuove vittime segnalate dal bollettino dell'Unità di crisi, di cui dieci relative alle ultime 48 ore. I posti occupati in terapia intensiva sono 24 (-1) mentre quelli in degenza toccano quota 309 (+9 rispetto a ieri).

 

Molise

Nella settimana appena trascorsa in Molise ancora in aumento i nuovi positivi al Covid, 187 contagi contro i 159 dei sette giorni precedenti. Sale anche il tasso di positività che dal 3,9 passa al 4,6 per cento (sono stati 4.019 i tamponi processati) e resta molto al di sopra della media nazionale. Gli attualmente positivi passano dai 342 di lunedì scorso ai 448 di oggi. Cresce leggermente anche il numero dei ricoveri: in una settimana i pazienti al Cardarelli di Campobasso passano da 10 a 13, stabile invece la situazione in Terapia intensiva dove resta ricoverato un solo paziente. Negli ultimi sette giorni si è registrato un solo decesso, sono complessivamente 504 le vittime in regione dall'inizio della pandemia.

 

Basilicata

In Basilicata sono 50 i nuovi casi di contagio da Sars Cov-2, su un totale di 797 tamponi molecolari, e si registrano 2 decessi per Covid-19. Sono i dati del bollettino regionale della task force riferito alle ultime 48 ore. Le persone decedute risiedevano a Rionero in Vulture e Stigliano. I lucani guariti o negativizzati sono 29. I ricoverati negli ospedali di Potenza e di Matera sono 14 (-2); nessuno è ricoverato in terapia intensiva (sabato erano tre). Nel complesso gli attuali positivi residenti in Basilicata sono 1.081 (+19). Per la vaccinazione, in due giorni sono state effettuate 5.462 somministrazioni di cui oltre 4.200 sono terze dosi. Finora 437.234 lucani hanno ricevuto la prima dose del vaccino (79% del totale della popolazione residente), 404.362 hanno completato il ciclo vaccinale (73,1%) e 46.575 sono le terze dosi (8,4%), per un totale di 888.171 somministrazioni effettuate.

 

Puglia

Su 15.601 Covid-test eseguiti in Puglia oggi si registrano 209 nuovi casi positivi, con un tasso di positività dell'1,34%. Non ci sono decessi. Questa la ripartizione dei casi infetti: in provincia di Bari 13, nella Bat 3, nel Brindisino 10, in provincia di Foggia 106, in quella di Lecce 66, nel Tarantino 9, tre i residenti fuori regione, -1 in provincia in definizione. Sono 4.104 le persone attualmente positive, 137 quelle ricoverate in area non critica e 20 in terapia intensiva.

 

Sardegna

Nuovo calo dei contagi in Sardegna, dove i casi di Covid tornano sotto quota 100 (98 nelle ultime 24 ore sulla base di 1.335 persone testate). Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 4.684 tamponi per un tasso di positività del 2%. Aumenta, però, il numero di pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva, 16 (+ 2), così come i pazienti ricoverati in area medica, che salgono a 67 (+ 5); 2.620 sono i casi di isolamento domiciliare (+ 30). Si registra anche il decesso di una donna di 88 anni, residente nella provincia del Sud Sardegna.

 

 

 

 

 

 

 

Video

 

 

Ultimo aggiornamento: 18:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA