Centaurus, perchè si chiama così? Le origini del nome in un Tweet e il significato

Il responsabile del nuovo soprannome "Centaurus" è un'utente di Twitter che ha coniato questo nome per rendere più comprensibile il fenomeno ai non esperti

Giovedì 14 Luglio 2022
Centaurus, perchè si chiama così? Le origini del nome svelate

Preoccupa i virologi e si teme che possa portare a nuove ondate. La sottovariante Centaurus (chiamata anche Omicron Ba 2.75) è un'osservata speciale da parte dell'Ecdc e dell'Oms. Sebbene non si sappia se può essere davvero più pericolosa rispetto alle precedenti, un primato ce l'ha già: il nome più originale. A battezzarla Centaurus è stato un profilo Twitter specializzato in news di medicina. Il nome "non ufficiale" ha finito per imporsi su quello scientifico, generando non poche preoccupazioni anche da parte degli scienziati. 

L'origine del nome e il suo significato 

Il responsabile del nuovo soprannome  "Centaurus" sembra essere l'utente Twitter Xabier Ostal che ha spiegato di aver coniato questo termine per consentire all'opinione pubblica, e soprattutto ai non esperti di biologia o medicina, di capire meglio cosa sta succedendo con le varianti e sotto-varianti di omicron. 

Il nome riprende una costellazione di stelle che rappresenta un centauro, una creatura mitologica greca che è metà umana e metà cavallo. Il motivo è che la sottovariante presenta un numero notevole di mutazioni rispetto a Omicron 2, il che la rende un "mix". 

Secondo l'autore, nomi meno "scientifici" potrebbero aiutare le persone a capire meglio il fenomeno delle varianti. 

La variante Centaurus 

La sottovariante è emersa per la prima volta in India a maggio e il suo alto numero di mutazioni preoccupa gli scienziati: «Sembra aggirare più facilmente le difese costruite contro SARS-CoV-2 attraverso piccole modifiche specifiche», ha affermato  Antoine Flahault, direttore dell'Istituto di salute globale dell'Università di Ginevra. Secondo l'esperto la diffusione di BA.2.75 in India indicava che potrebbe essere più trasmissibile della sottovariante BA.5 Omicron, che ha guidato le onde in Europa e gli Stati Uniti.

 

Il problema dei nomi e le regole Oms

La grande capacità di mutare del Covid-19 ha generato tantissime varianti e sottovarianti ponendo agli scienziati anche una sfida di fantasia per la loro denominazione. Inizialmente si era optato per nomi che indicavano quasi sempre i luoghi dove il nuovo ceppo veniva identificato per la prima volta ( "variante inglese" e "variante brasiliana" e poi "variante sudafricana"). Ma questi nomi causavano confusione e rischiavano di essere discriminatori. Dunque l'Oms ha deciso di regolare la questione dei nomi, dando a ogni variante una lettera dell'alfabeto greco. Così siamo passati alla variante Delta e Omicron. Per le sottovarianti, il nome scientifico le esprime con numeri (Omicron 2, Omicron 4, Omicron 5). Adesso però il fenomeno "Centaurus" ha finito per "mettere da parte" la nomenclatura ufficiale con un nome che riprende la mitologia greca. Un fatto che ha destato anche preoccupazioni tra gli scienziati per la confusione che potrebbe generare. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci