Covid Italia, bollettino 19 novembre: 36.176 nuovi casi e 653 morti. Rapporto positivi/tamponi scende a 14,4%

Giovedì 19 Novembre 2020
Covid Italia, bollettino 19 novembre

Coronavirus, il bollettino di oggi, giovedì 19 novembre 2020, in Italia. Nelle ultime 24 ore i nuovi contagi sono stati 36.176 (ieri erano stati 34.283, il totale sale a 1.308.528). I morti sono 653 (47.870 da inizio pandemia). I tamponi effettuati sono 250.186, circa 15mila in più rispetto a ieri. È stabile il trend sull'incidenza dei positivi rispetto al numero di test effettuati: è del 14,4% mentre ieri il dato si attestava sul 14,6%. I guariti sono stati 498.987 (+17.020 da ieri)

Zona rossa, resa dei conti governo-regioni sui 21 paramentri: ecco chi rischia

SCARICA QUI IL BOLLETTINO

Terapie intensive e Regioni

Quanto ai dati sanitari, sono 42 in più rispetto a ieri i pazienti positivi al Covid-19 ricoverati nelle terapie intensive in Italia. Il totale dei posti occupati ammonta oggi a 3.712. I ricoverati con sintomi nelle ultime 24 ore sono 106, rispetto ai 430, per un totale di 33.610. I guariti oggi sono 17.020 per un totale da inizio pandemia di 498.987. La regione con il maggior numero di contagi resta la Lombardia (+7.453), seguono il Piemonte (+5.349), il Veneto (+3.753), la Campania (+3.334), il Lazio (+2.697), e l'Emilia Romagna (+2.160). 

Gli attualmente positivi sono complessivamente 761.671, con un aumento di 18.503 rispetto a ieri, mentre i dimessi e i guariti sono 489.987, con un incremento di 17.020. In isolamento domiciliare ci sono invece 724.349 italiani, 18.355 in più nelle ultime 24 ore.

Veneto

Sono 38 i decessi registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, dato che porta a 3.057 il numero totale delle morti nella regione, tra ospedali e case di riposo. È quanto emerge dal bollettino diffuso dalla Regione Veneto. A preoccupare è soprattutto il dato dei positivi, 3.753 in più, cifra che porta il totale dei casi a 112.691. I veneti attualmente positivi sono 66.582.

 

 

Toscana

In Toscana sono 1.972 in più rispetto a ieri (1.304 identificati in corso di tracciamento e 668 da attività di screening) su un totale complessivo, da inizio epidemia, di 88.677 unità. I nuovi casi sono il 2,3% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei 1.972 casi odierni è di 49 anni circa (il 12% ha meno di 20 anni, il 22% tra 20 e 39 anni, il 35% tra 40 e 59 anni, il 20% tra 60 e 79 anni, l'11% ha 80 anni o più). I guariti crescono del 6,2% e raggiungono quota 32.480 (36,6% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.403.341, 17.830 in più rispetto a ieri, di cui l'11,1% positivo. Sono, invece, 8.244 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 23,9% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 3.616 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 54.124, +0,03% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.101 (14 in più rispetto a ieri), di cui 287 in terapia intensiva (5 in più). Oggi si registrano 51 nuovi decessi.

Lombardia

Con 165 nuove vittime, la Lombardia supera i 20 mila decessi per Covid da inizio pandemia, per un totale di 20.015 deceduti. Diminuisce, come anticipato dal presidente della regione Attilio Fontana, di 32 persone il numero dei ricoverati negli ospedali lombardi, che sono 8.291. Sono 12 i nuovi ingressi in terapia intensiva per un totale di 915 ricoverati. I tamponi effettuati sono 37.595 e 7.453 i nuovi positivi, con un rapporto del 19,8%. I guariti o dimessi sono 3.791. Guardando alle province, Milano è quella con più contagi, 2.928, di cui 1.134 in città. Sempre alti i numeri di Monza e Brianza con 873 nuovi casi; di Varese con 657 e Como con 645.

Piemonte

Sono 78 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 10 verificatisi oggi. Il totale è ora 5331 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 835 Alessandria, 317 Asti, 263 Biella, 576 Cuneo, 505 Novara, 2348 Torino, 274 Vercelli, 162 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 51 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte. I casi di persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte sono 140.177(+ 5.349 rispetto a ieri, di cui 1629, il 30% sono asintomatici).I nuovi casi sono 1177 di screening, 2168 contatti di caso, 2004 con indagine in corso, 416 in Rsa e Strutture Socio-Assistenziali, 256 in ambito scolastico e 4677 popolazione generale.

Basilicata

Su 2.147 tamponi processati ieri in Basilicata 290 sono risultati positivi al coronavirus: 270 riguardano residenti in regione e così il totale dei lucani attualmente positivi è salito in 24 ore da a 4.335 a 4.592. La task force regionale ha inoltre segnalato due decessi: dall'inizio dell'epidemia le vittime in Basilicata sono state 101. È lieve l'aumento delle persone ricoverate (175 rispetto alle 172 del precedente aggiornamento), mentre resta fermo a 28 il dato delle terapie intensive. Ieri sono state registrate anche undici guarigioni (in totale 939). Dall'inizio dell'emergenza sanitaria, in Basilicata, sono stati analizzati 134.214 tamponi, di cui 127.443 risultati negativi.

Marche

Sono 667 i positivi al covid rilevati nelle ultime 24ore nelle Marche su 2.213 tamponi testati nel percorso nuove diagnosi. Il totale dei tamponi testati è 3.795 tamponi e comprende anche 1.582 test nel percorso guariti. I dati sono resi noti dal Servizio Sanità della Regione. Il maggior numero di casi, 213, nella provincia di Ancona, seguita da quella di Pesaro Urbino con 168, Macerata con 152, Fermo con 78, Ascoli Piceno con 51, oltre a 5 casi da fuori regione. I soggetti sintomatici sono 110, ci sono anche contatti in setting domestico (156), contatti stretti di casi positivi (208), contatti in setting lavorativo (27), contatti in ambienti di vita/socialità (16), contatti in setting assistenziale (5), contatti in setting scolastico/formativo (11), screening percorso sanitario (8) e 1 rientro dall'estero. Per altri 125 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

 

 

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 1.197 nuovi contagi (il 17,92 per cento dei 6.680 tamponi eseguiti) e 13 decessi da Covid-19. Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 21.922, di cui: 5.812 a Trieste, 9.006 a Udine, 4.226 a Pordenone e 2.595 a Gorizia, alle quali si aggiungono 283 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione sono 11.835. Scendono a 48 i pazienti in cura in terapia intensiva mentre salgono a 485 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 580, con la seguente suddivisione territoriale: 255 a Trieste, 168 a Udine, 139 a Pordenone e 18 a Gorizia. I totalmente guariti sono 9.507, i clinicamente guariti 190 e le persone in isolamento 11.112.


Puglia

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi giovedì 19 novembre 2020 in Puglia, sono stati registrati 9.386 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.263 casi positivi: 555 in provincia di Bari, 72 in provincia di Brindisi, 189 nella provincia BAT, 154 in provincia di Foggia, 98 in provincia di Lecce, 187 in provincia di Taranto, 6 residenti fuori regione, 2 casi di provincia di residenza non nota. Sono stati registrati 28 decessi: 5 in provincia di Bari, 4 in provincia di Brindisi, 1 in provincia BAT, 10 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 6 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 685.610 test, 9.734 sono i pazienti guariti e 28.500 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 39.347, così suddivisi: 15.503 nella Provincia di Bari; 4.410 nella Provincia di Bat; 2.708 nella Provincia di Brindisi; 9.031 nella Provincia di Foggia; 2.961 nella Provincia di Lecce; 4.447 nella Provincia di Taranto; 282 attribuiti a residenti fuori regione; 5 provincia di residenza non nota.

Lazio

Su oltre 27mila tamponi nel Lazio (+650) si registrano 2.697 nuovi casi positivi (-169), 61 decessi (-19) e +586 guariti. Torno sotto il 10% il rapporto tra i positivi e i tamponi effettuali, sale il numero dei ricoveri (+47) e di degenti in terapia intensiva (+11). Il valore Rt scendo sotto a 1 e si attesta a 0.9. Diminuisce il tempo mediano tra la data di inizio sintomi e la data di diagnosi da 4 a 2 giorni. Il tasso di occupazione dei posti letto totali di terapia intensiva al 32% e quello di area medica per pazienti Covid al 49%.

Emilia Romagna

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 97.814 casi di positività, 2.160 in più rispetto a ieri, su un totale di 18.930 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi dell'11,4%, stabile rispetto a ieri. Purtroppo, si registrano 50 nuovi decessi: 13 in provincia di Modena (8 uomini di cui due di 91 anni, due di 94 anni e gli altri rispettivamente di 53, 61, 78 e 84 anni e 5 donne di 71, 78, 84, 85 e 99 anni); 9 a Reggio Emilia (8 uomini di cui due di 85 anni, due di 86 e quattro di 78, 79, 83 e 84 anni e 1 donna di 86 anni); 9 a Ravenna (di cui 7 donne di 83, 87, 88, 89, 92, 94 e 98 anni e 2 uomini di 76 e 84 anni) e 6 a Piacenza (4 uomini di 69, 79, 84 e 93 anni e 2 donne di 83 e 90 anni). Poi 5 a Rimini (3 donne di 92, 93 e 99 anni e 2 uomini di 78 anni), 4 a Parma (2 uomini di 68 e 95 anni e 2 donne di 78 e 88 anni), 3 a Ferrara (3 donne di 75, 84 e 98 anni), 1 a Bologna (1 uomo di 65 anni). Dall'inizio dell'epidemia di Coronavirus, in Emilia-Romagna i decessi sono complessivamente 5.218.

Abruzzo

Sono 649 i nuovi casi di coronavirus accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall'analisi di 4813 tamponi: è risultato positivo il 13,48% dei campioni analizzati. Si registrano nove decessi recenti: il bilancio delle vittime sale a 721. Il totale regionale dei casi dall'inizio dell'emergenza ad oggi sale a 21.842. I nuovi positivi hanno età compresa tra 9 mesi e 96 anni. Quelli con meno di 19 anni sono 74: 32 in provincia dell'Aquila, 20 in provincia di Chieti, 15 in provincia di Teramo e sette in provincia di Pescara. I nove decessi recenti riguardano persone di età compresa tra 76 e 99 anni: cinque in provincia dell'Aquila, due in provincia di Pescara e due in provincia di Chieti.

Sicilia

Sono 1871 i casi di Covid 19 registrati nelle ultime 24 ore in Sicilia, mentre toccano quota 40 i morti. I tamponi effettuati sono stati 11470. I dati sono contenuti nel bollettino del Ministero della Salute. Gli attuali positivi sono 33581 di cui 1.532 i ricoverati con sintomi, 240 in terapia intensiva e 31.809 in isolamento domiciliare. I pazienti dimessi o guariti sono 352.

Trentino Alto-Adige

Sono 20 i decessi e quasi mille i nuovi casi segnalati nelle ultime 24 ore in Trentino-Alto Adige. In Alto Adige sono stati registrati 13 decessi. Dei 3.041 tamponi analizzati sono risultati 696 nuovi casi di positività. Nei normali reparti ospedalieri sono ricoverati 335 pazienti covid, nelle cliniche private 134 e in terapia intensiva 39. Per la prima volta è stata superata la soglia di 10 mila persone in isolamento domiciliare. Attualmente 10.570 altoatesini sono in quarantena, ovvero il 2% della popolazione. In Trentino sono 7 i decessi e 266 i nuovi casi positivi al tampone molecolare in Trentino su 3.095 test eseguiti. Dei nuovi positivi - comunica la Provincia autonoma in una nota - più della metà (152) sono stati individuati da contact tracing o screening, altri 36 (tra ospiti e operatori) provengono da Rsa. Sono sempre molti inoltre gli over 70 che contraggono l'infezione (il dato di oggi è pari a 93 persone). Sono 446 le persone ricoverate (ieri ci sono stati 42 nuovi ricoveri come pure 26 dimissioni) di cui 39 in terapia intensiva. 

Video

Ultimo aggiornamento: 20 Novembre, 08:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche