AstraZeneca, «nesso con trombosi possibile». L'Aifa ai medici: vigilate sui sintomi dei vaccinati

Martedì 13 Aprile 2021
AstraZeneca, «nesso con trombosi possibile». L'Aifa ai medici: vigilate sui sintomi dei vaccinati

​AstraZeneca, l'Aifa aggiorna i medici sul vaccino, pubblicando un nuova nota in cui dice che «il nesso con le trombosi è plausibile». Gli operatori sanitari «devono vigilare su segni e sintomi di tromboembolia e/o trombocitopenia e informare di conseguenza i vaccinati», afferma l'Aifa nella 'Nota Informativa Importante' sul vaccino anti-Covid di AstraZeneca VAXZEVRIA, pubblicata a seguito della procedura condotta a livello europeo.

 

Johnson & Johnson sospeso negli USA. Oggi in Italia le prime dosi

Vaccino, Jessica Polverini: «Ho una malattia rara, ma nel Lazio non posso prenotare»

 

 

«Relazione causale»

 

La Nota aggiorna gli operatori sanitari sui punti emersi dalla valutazione del vaccino. Una relazione causale tra la vaccinazione con Vaxzevria e l'insorgenza di trombosi in combinazione con trombocitopenia, afferma Aifa, è considerata «plausibile».

 

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 14 Aprile, 10:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA