Cenoni e chili di troppo: una guida degli psicologi aiuta a restare in forma

Venerdì 20 Dicembre 2019
Le feste portano con sé allegria, regali e calorie. È un dato di fatto davanti al quale sembra che non si possa fare altro che rassegnarsi e accumulare peso. Ma non è così. Gli esperti di Guidapsicologi.it hanno preparato una guida di sopravvivenza per prepararci alle feste e ai relativi banchetti, partendo dalla relazione strettissima che unisce alimentazione e psicologia, e il ruolo che ha il cibo nella condivisione e nelle celebrazioni.

Ecco alcuni consigli per affrontare le grandi scorpacciate di Natale limitando l’accumulo calorico:
1. Alzarsi da tavola. La conversazione si svolge tutto il tempo attorno a un irresistibile centro di tentazioni: la tavola imbandita, premurosamente rimpinguata ogniqualvolta non si trovi in stato di abbondanza. Si può continuare a parlare o a giocare a tombola senza necessariamente mangiare mandarini, cioccolatini e frutta secca al tempo stesso.
2. Applicare le stesse regole alimentari di tutto l’anno. Normalmente mangi solo un primo? Perché mangiarne tre? Se ne vuoi tre, allora che sia un assaggio. Lo stesso vale per antipasti, secondi e contorni. E ovviamente dolci!
3. Piano con le eccezioni alla regola. Per una volta non succede niente, è vero, ma due settimane di cene aziendali, con amici, in palestra, al bar e in famiglia, trasformano le eccezioni in abitudini e i risultati si vedono distribuiti tra girovita e fianchi.
4. Nessuno si offende se non mangi. Non sentirti in obbligo di rimpinzarti solo perché gli ospiti hanno cucinato per sfamare un intero paese: non è un problema tuo. Potranno congelare gli avanzi e conservare le provviste per i prossimi mesi.
5. Seleziona ciò che ti piace di più. Non devi mangiare tutto, e di sicuro ci saranno piatti che mangi solo a Natale. Queste sono le pietanze di cui godere, gli affettati, i formaggi, le patate arrosto, il pane o i cioccolatini si possono mangiare tutto l’anno.
6. Andare a fare una passeggiata. Non è vietato muoversi a Natale, anzi, è più che raccomandabile. Uscire un’oretta, con la neve o con il sole, mette in moto la digestione, è un toccasana per la mente ed evita che tutto ciò che si ingerisce vada in accumulo.
7. Inserire attività sportive. Durante le feste si hanno molti impegni, ma di sicuro si può trovare il tempo per una corsetta di mezz’ora o per una nuotata in piscina. È una buona abitudine che oltre a bilanciare le calorie ingerite fa bene alla mente.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci