Roma, vaccini ai bambini: open day il 15 dicembre. Boom prime dosi

Crolla il fronte No vax: raddoppiati coloro che hanno iniziato a immunizzarsi

Martedì 7 Dicembre 2021 di Flaminia Savelli
Roma, vaccini ai bimbi: open day il 15. Boom prime dosi

La corsa ai vaccini è ripartita: dopo la stretta delle nuove regole e l’avvio al Green pass rafforzato, le percentuali delle prenotazioni sono schizzate. La Regione Lazio, nei primi giorni di dicembre, ha segnato il +35%. Così sono tornate le code nei centri vaccinali della Capitale: in fila ieri mattina in attesa di chiamata, non c’era solo chi era prenotato per la seconda dose e il richiamo. Ma anche tanti no Vax, costretti dalle norme stringenti che saranno in vigore fino al prossimo 15 gennaio. «Nei primi cinque giorni di dicembre sono state effettuate 237.787 somministrazioni con un +35% rispetto al target previsto» ha annunciato l’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato. Numeri che salgono ancora, rispetto all’ultima settimana: secondo i dati regionali, l’incremento è stato del 39% in una settimana con il dato delle prime dosi che è addirittura raddoppiato.

«C’è una spinta anche legata all’entrata in vigore di questi nuovi strumenti, come il super Green pass», sottolinea l’assessore D’Amato. Ma intanto i numeri vengono confermati anche dal presidente dell’ordine dei Medici, Antonio Magi: «I medici di base stanno registrando un aumento di richieste, soprattutto di prime dosi. Pure tra i 35 medici che avevamo sospeso perché non vaccinati, in 15 hanno fatto la prima dose». Aumento di richieste infine, nelle farmacie: «Negli ultimi tre giorni - riferisce Claudia Passalacqua di Federfarma Roma - abbiamo registrato un picco di prenotazioni, richieste di prime dosi e richiami». 

 

 

GLI UNDER 12

Con il programma vaccinale della Regione Lazio avanza. Prossimo obiettivo: immunizzare i bambini tra i 5 e gli 11 anni di età. La fascia d’età su cui si sta registrando nelle ultime settimane un’impennata di contagi. 
A procedere con la somministrazione delle dosi saranno i pediatri di riferimento. Il reclutamento è già partito con la chiamata partita lo scorso 28 novembre. Il piano operativo seguirà, almeno in parte, quello studiato in estate. Quando (dal 28 maggio) era stata aperta la vaccinazione a i ragazzi della Generazione Z, “GenZ”, tra i 12 e 15 anni e quindi allargata fino ai 18enni. Anche in quel caso, i pediatri hanno studiato un programma ad hoc. 

Per i ragazzi più piccoli dunque è stato stabilito che le dosi verranno somministrate nei centri vaccinali - dal pediatra di riferimento - dove saranno allestite anche zone di intrattenimento e di gioco per bimbi e famiglie. Anche ai più piccoli, verrà destinato il vaccino Pfizer ma in dose ridotta, un terzo del dosaggio previsto per gli adulti. Nello specifico, è prevista la somministrazione di due dosi a distanza di tre settimane l’una dall’altra. 
«Le prenotazioni partono il 13 dicembre - anticipa l’assessore regionale D’Amato - ma noi ci muoveremo immediatamente appena avremo i vaccini» sottolineando «siamo stati sin dall’inizio da traino e lo saremo anche in questa fase».

Già stabilita la prima data: il 15 dicembre sarà il Vax-Day, la giornata a cui punta la Regione Lazio per l’avvio della campagna. Un evento che coinvolgerà anche lo Spallanzani e il Bambino Gesù. Intanto gli studi medici dei pediatri stanno organizzando il sistema di prenotazione: all’avvio della campagna vaccinale pediatrica, alle famiglie verrà inoltrato un messaggio di avviso con le indicazioni per le procedure da seguire. Quindi verranno destinati nei centri di vaccinazione per la somministrazione. 


 

Ultimo aggiornamento: 8 Dicembre, 08:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA