Covid, il piano dello Spallanzani per affrontare la seconda ondata: «Aumentano i posti in terapia intensiva»

Martedì 29 Settembre 2020

Un piano per fronteggiare la seconda ondata di contagi da Covid, che numeri alla mano comincia a preoccupare. L'istituto Spallanzani di Roma prova a correre ai ripari per farsi trovare pronta. Il programma prevede la possibilità di aumentare fino alla soglia di 281 i posti letto totali e di portare a 55 quelli di terapia semi ed intensiva. «Attualmente i posti di degenza ordinaria sono 192 e 35 quelli di area critica, in totale 224» si legge in un documento. A settembre, durante la fase V, la capienza, invece, ammontava a 215: suddivisi in 180 per situazioni ordinarie, sempre 35 per le terapie intensive

Covid, Locatelli: «Test rapido usato in aeroporti è il più adatto alle scuole»

Covid a Roma, con i test nelle scuole si comincia dal Manara: su 400 studenti, 5 falsi positivi

Covid, allarme dei pediatri: «Cinque giorni per i tamponi, rischio blocco totale»

«Adesso la situazione andrà rimodulata, in relazione a quanto disposto dalla fase VI del recente documento regione - si legge ancora - con 206 letti per la degenza ordinaria, concentrati in un'area vasta e omogenea della struttura, a cui si aggiungeranno 20 posti in un'area allocata all'interno di un padiglione Covid free. Si arriverrà a 261 posti letto (226+35), ma altri venti potranno rapidamente essere attivati».

 

Ultimo aggiornamento: 12:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA