Roma, morire di solitudine a San Lorenzo: due sorelle decedute da giorni in casa

Il fratello era ricoverato in ospedale e non riusciva a sentire le donne

Martedì 18 Gennaio 2022 di Raffaella Troili
Roma, morire di solitudine a San Lorenzo: due sorelle decedute da giorni in casa

Sono morte sole in casa, mentre il fratello era ricoverato in ospedale e non poteva badare a loro. È stato l'uomo, ricoverato in pronto soccorso, in ospedale, dalla sera del 13 gennaio a dare l'allarme: non aveva più notizie di loro. Non riusciva a mettersi in contatto con quelle due donne di 75 e 76 anni, cardiopatiche di cui si occupava sempre lui. Sparite nel nulla. Così, l'uomo, preoccupato, ha preso il telefono e dato l'allarme: domenica ha chiamato il numero unico per le emergenze, «non le sento da giorni, andate a controllare».

Sorelle morte in casa a Roma, cosa è successo

 


Sul posto - in via Tiburtina 126 a San Lorenzo - sono arrivati verso le 9.25 gli agenti del commissariato Sant'Ippolito della polizia di Stato assieme ai vigili del fuoco e alla Scientifica.
LA SCOPERTA
In un'abitazione al terzo piano del palazzo la triste scoperta: le due sorelle erano morte entrambe, una giaceva nel letto, l'altra era riversa a terra in soggiorno. Intorno alle 9 del mattino, i vigili del fuoco sono così giunti al terzo piano di quel palazzo di via Tiburtina insieme agli agenti del commissariato di Sant'Ippolito della polizia di Stato hanno trovato una delle due donne distesa sul pavimento. L'altra, invece, era invece a letto.

Detenuto di Frosinone morto dopo giorni di sofferenze, spunta il giallo delle date corrette


Non è escluso al momento che le vittime fossero positive al Covid, sarà l'esame autoptico a stabilire le cause esatte della morte di entrambe le due donne. Gli investigatori del distretto San Lorenzo che stanno curando le indagini propenderebbero per un malore. Nessuna delle due presentava segni di aggressione, né gli investigatori hanno trovato in casa lettere d'addio. L'abitazione, che era in perfetto ordine, è stata posta sotto sequestro. Molte cose restano da chiarire, comunque. Fondamentale sarà l'esame del medico legale.
Una drammatica storia familiare di solitudine, due sorelle che si sono trovate improvvisamente perse e in difficoltà una volta che il fratello si è dovuto assentare perché ricoverato in ospedale. Forse una delle due è morta distesa sul letto, mentre l'altra ha avuto un malore successivamente. Comunque in tempi ravvicinati, da non permetterle di chiedere aiuto né rispondere mai più al fratello.
La solitudine degli anziani, specie in questo lungo periodo, specie se non autosufficienti, si è acuita. Resta il fatto che in quartiere pressoché centrale non sia scattata quella rete di vicinato che tiene unito un tessuto sociale.
Non sono morte di freddo, ma di solitudine oltre che di un malore improvviso che se le è portate via insieme.

Giovanni Mannino, malore improvviso: geometra padre di 3 figli muore a 46 anni a Portogruaro


I PRECEDENTI
A Garbatella, a dicembre un 78enne è stato trovato morto in un'auto, dormiva lì da giorni, nell'indifferenza della città. Un anno fa, in via Olevano Romano al Prenestino, zona Villa Gordiani, madre e figlio sono stati trovati morti in casa sotto le feste di Natale. Miranda e Marco Colonna, 94 anni e 64 anni, sarebbero infatti deceduti durante le festività natalizie nell'appartamento che condividevano da una vita per poi essere trovati dopo quasi tre settimane dal loro ultimo contatto con i vicini di casa.
Furono i vicini ad avvisare la polizia sentendo odori sospetti. Solitudine, isolamento, che spesso sono difficili da intercettare, come dimostra anche il numero record di clochard morti per strada al freddo in questi giorni nella capitale. Ma a volte può uccidere anche la solitudine.
Le due sorelle di San Lorenzo ne sono la testimonianza. Una volta che il fratello le ha perse d'occhio, magari anche preoccupate per lui, hanno acuito patologie e dolori. E se ne sono andate insieme, mentre il telefono squillava invano per giorni e giorni.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA