Rapinatori di rolex ‘in trasferta’ nella capitale

Lunedì 16 Marzo 2020
Si erano divisi le zone da ripulire: dall'Eur ai Parioli
Anche loro non hanno seguito la norma anti coronavirus che impone di stare a casa (il decreto firmato dal premier si chiama #Iostoacasa). Sono i tre rapinatori arrestati dalla polizia. E sono «pendolari» provenienti tutti dal rione Sanità e dai Quartieri spagnoli di Napoli, che si recano a Roma prevalentemente con auto noleggiate o con il treno, per poi muoversi nella Capitale con gli scooter, intestati a prestanome, parcheggiati nelle varie zone da colpire. A partire dal 2016, infatti, sono state ricostruite oltre quaranta rapine e arrestate complessivamente venticinque persone. Gli arresti hanno permesso di disarticolare ben otto distinte bande di pregiudicati napoletani specializzati nella consumazione di rapine aggravate di orologi preziosi, per un bottino dal valore complessivo di circa 600mila euro tra «Rolex», «Patek Philippe», «Audemars Piguet» e «Cartier».

Roma, rapina con mascherina e guanti per confondersi tra i clienti

Nel corso del tempo è stata redatta anche una mappatura delle rapine consumate da parte dei malviventi che, a loro volta, si spartiscono il territorio romano da «saccheggiare» a seconda del quartiere di provenienza di Napoli: le zone Eur, Torrino ed Aventino sono «battute» da soggetti provenienti dal Rione Sanità, mentre l'area Salario, Parioli, Flaminio e Prati è appannaggio dei residenti dei Quartieri spagnoli.

Dei tre arrestati di questi giorni solo A.S. è ancora a piede libero e ricercato dalle forze dell'ordine. Mentre il 21enne S.V. è detenuto nella casa circondariale di Napoli Secondigliano dal 9 marzo, quando i carabinieri napoletani lo hanno arrestato per aver esploso pochi giorni prima colpi d'arma da fuoco contro la sede del Comando provinciale partenopeo dei carabinieri, come ritorsione per l'uccisione del quindicenne Ugo Russo ad opera di un appartenente all'Arma. Mentre S.G è a Regina Coeli dopo essere stato arrestato lo scorso 26 maggio a Roma, quando gli agenti riuscirono a fermarlo dopo un rocambolesco inseguimento da Prati, dove aveva appena rubato un rolex d'oro, alla Magliana da dove stava cercando di darsi alla fuga.
Ultimo aggiornamento: 17 Marzo, 08:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA