Perché è caos treni a Termini? L'incidente di venerdì nella galleria chiave per l'alta velocità verso Sud

Sabato 4 Giugno 2022
Perché è caos treni a Termini? L'incidente di venerdì nella galleria chiave per l'alta velocità

Cancellazioni, deviazioni e sospensioni di percorso. È caos a Termini dopo l'incidente di ieri alla Galleria Serenissima, all'altezza della Prenestina. Quando un treno ad Alta Velocità in servizio sulla linea Torino-Napoli è andato ad urtare contro l'ingresso delle struttura. Dopo lo svio di ieri, il traffico permane sospeso sulla linea AV Roma-Napoli e sulla linea Roma-Pescara. Altre conseguenze? I treni ad Alta Velocità sono instradati sui percorsi alternativi sulle linee convenzionali Roma - Napoli via Cassino e via Formia. Con maggiori tempi di percorrenza: rispettivamente di 90 e di 60 minuti.

C'è inoltre da considerare che i treni ad Alta Velocità instradati sul percorso alternativo via Formia non fermano a Napoli Afragola. È però attivo il servizio navetta tra Napoli Afragola e Napoli Centrale. Rimane però attiva la fermata di Roma Tiburtina, che i treni continuano a effettuare. Discorso diverso per i treni Regionali delle seguenti relazioni che possono subire variazioni, cancellazioni e limitazioni di percorso.

A seguito dell'inconveniente tecnico accorso ieri sulla linea Roma-Napoli anche alcuni servizi commerciali di Italo subiranno variazioni con soppressione di fermata. Per informazioni, assistenza, rimborso o per concordare una nuova alternativa di viaggio è a disposizione Pronto Italo al numero 06.07.08.

Le indagini

Per accertare le cause dell'incidente sarà aperta un'indagine. Ferrovie dello Stato è corsa ai ripari, ma al momento la tratta dell'Alta Velocità tra la Capitale e Napoli resta chiusa per consentire le verifiche agli uomini della Polizia Ferroviaria, che hanno posto sotto sequestro l'area interessata all'incidente. I pm di Roma hanno formalmente aperto un fascicolo di indagine e disposto una consulenza tecnica: obiettivo di chi indaga è cercare di effettuare in tempi relativamente brevi tutti i rilievi necessari al fine di poter togliere i sigilli. Operazioni che comunque richiederanno alcuni giorni anche perché nell'impatto la motrice ha divelto un palo della luce trascinandolo al centro dei binari. Anche il Frecciarossa 9311, che era partito nella mattinata di ieri da Torino, è stato posto sotto sequestro. Gli inquirenti stanno analizzando il tratto di binari interessato dall'incidente e in particolare la presenza di eventuali deformazioni o di un problema agli scambi. I magistrati di piazzale Clodio attendono le informative dalle forze dell'ordine intervenute dopo l'incidente e al momento il fascicolo è stato rubricato contro ignoti. Nell'incartamento si ipotizza il reato di delitto colposo di pericolo, definito dall'articolo 450 del codice penale. Ed il traffico al momento è sospeso anche sulla linea Roma-Pescara.

Per i prossimi giorni i treni Alta Velocità in direzione sud saranno dunque deviati sui percorsi alternativi via Cassino e via Formia. Una scelta obbligata che però comporta maggiori tempi di percorrenza che Fs stima intorno ai 100 minuti. I treni instradati sul percorso via Formia non fermano a Napoli Afragola e per questo è stato attivato il servizio navetta per arrivare a Napoli Centrale. I convogli diretti nella Capitale, sempre via Formia, fermano invece alla stazione Tiburtina anziché Termini. Alcuni treni InterCity fermano a Campoleone. Sui social in molti hanno raccontato di questo sabato di «passione» tra attese e ritardi. «Altro che 90 minuti. In alcuni casi i ritardi sono stati superiori a 300 minuti. La cosa più grave è stata la mancanza totale di informazioni - scrive Monica C. su Twitter -. Migliaia di persone alla stazione Termini lasciate senza fornire informazioni nemmeno su presunto orario di partenza». Manuele, ironico, scrive: «saluti da Tiburtina, dove sono bloccato da ore». E c'è già chi si prepara al peggio, come Nico che afferma: «Ho il treno lunedì che mi è già costato un botto, vorrà dire che mi porterò un libro». Per quanto riguarda il trasporto regionale previste riduzioni dell'offerta e limitazioni di corse. Per il nodo di Napoli sono stati cancellati alcuni treni regionali sulla rotta Napoli-Aversa e Napoli Centrale-Villa Literno. Il banco di prova è comunque atteso per domani. Una giornata da bollino nero dopo il week end «lungo» per la Festa della Repubblica. Il gruppo ferrovie già da oggi, per evitare affollamenti nelle stazioni della Capitale e nel capoluogo partenopeo, ha inviato mail ed sms a tutti i passeggeri dell'Alta Velocità avvertendo dei ritardi, dei possibili disagi e offrendo anche la possibilità di rinunciare al viaggio con il rimborso integrale del biglietto.

Ultimo aggiornamento: 23:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA