Roma, anziano narcotizzato e rapinato in casa da finto dipendente dell'Inps

Mercoledì 5 Febbraio 2020 di Marco De Risi

Tornano a colpire i banditi al narcotico. Le loro vittime sono gli anziani soli ed indifesi. Ieri sera, verso le 22, in via Guido Reni, al Flaminio, un anziano di 85 anni, stava rincasando, quando è stato fermato da uno sconosciuto che si è finto dipendente Inps. «Sono la persona giusta, al momento giusto», ha detto il criminale alla vittima che si è convinta che quell’individuo era lì per aiutarla a risolvere dei conti che non tornavano per quanto riguarda la pensione. Il malvivente è riuscito a raggirare l’anziano fino a convincerlo a farlo salire in casa.

Di nascosto, una volta in cucina, il bandito ha preso da una tasca una boccetta di un potente narcotico e l’ha diluito in un succo di frutta poi offerto con un sorriso alla vittima. L’anziano ha bevuto il succo ed è subito crollato narcotizzato sul pavimento della cucina. Il rapinatore è fuggito con 150 euro trovati in casa. Ad accorgersi, a notte fonda, di quello che era accaduto il figlio della vittima. Non sentendo il padre al telefono è andato a casa del genitore trovandolo privo di sensi steso sul pavimento. Il 118 ha trasportato la vittima in ospedale. Le sue condizioni sono buone. In passato altri  anziani sono morti a causa del sonnifero che può provocareo scompensi cardiaci. Il rapinatore è scappato. Indaga la polizia.

Ultimo aggiornamento: 11:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci